Canone Rai: ecco come non pagarlo

Anno nuovo alle porte, canone Rai in arrivo. A partire da gennaio, infatti, scatterà il primo addebito in bolletta per il pagamento della tassa legata al possesso di apparecchi in grado di ricevere segnali tv.

Come sappiamo, adesso il canone si paga in 10 rate mensili a partire da gennaio con la bolletta della luce.

Tuttavia chi non possiede un apparecchio tv può essere esentato dal pagamento della tassa. È meglio, però, sbrigarsi per evitare di pagare la prima rata ed essere costretti a chiedere il rimborso (che non si sa mai con certezza quando arriverà!).

Per essere sicuri di non pagarlo, bisogna fare tutto entro il 31 dicembre (o il 20 se si opta per la posta tradizionale).

È necessario presentare una dichiarazione in cui si afferma di non essere possessore di alcun apparecchio tv in nessuna delle abitazioni per le quali l’utente è titolare di una utenza elettrica. Per farlo ci si può rivolgere al CAF oppure si può compilare il modello direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it) o della Rai (www.canone.rai.it) ed inviarlo telematicamente.

È possibile mandarlo anche tramite posta certificata con firma digitale (cp22.sat@postacertificata.rai.it) o raccomandata (Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino).

La dichiarazione va rinnovata ogni anno.