Carte di credito: ecco come evitare di farsele clonare

Uno dei reati più diffusi è la clonazione della carta di credito. Si tratta di veri e propri esperti che in poche mosse entrano in possesso di tutti i dati della nostra carta compreso il codice pin.

Ma se è vero che è così semplice clonarle, è altrettanto facile evitarlo. Sono sufficienti delle piccole attenzioni.

Prima di tutto è buona prassi controllare periodicamente il proprio estratto conto per tenere sotto controllo i movimenti e scovare eventuali anomalie. Poi, è bene evitare di affidare al altri la propria carta per le transizioni (come accade soprattutto nei ristoranti) e verificare che venga “strisciata” una sola volta e comunque mai in apparecchi diversi qualora la prima transazione non sia andata a buon fine.

Occhio anche ai bancomat. Molte clonazioni avvengono proprio manomettendo questi apparecchi. Tuttavia non è difficile capire se lo sportello dove stiamo effettuando un prelievo è stato modificato. La tastiera deve aderire perfettamente al corpo dello sportello. In caso contrario potrebbe esserci una falsa tastiera appoggiata a quella vera che permette di memorizzare i tasti pigiati. Lo stesso vale per la slot dove viene inserita la carta.

Non devono essere presenti fori anomali in nessuna parte dello sportello, soprattutto su quella superiore, perché ciò potrebbe indicare la presenza di microtelecamere pronte a riprendervi mentre digitate il pin. Buona regola è quella di coprire la tastiera con una mano o il portafogli per nascondere ad occhi indiscreti il vostro codice.

E infine, attenzione alle spalle: potrebbe esserci qualcuno pronto a spiare la vostra operazione.
Nel caso in cui notiate qualcosa di anomalo, chiamate il 112.