Casa degli orrori in California: coppia teneva segregati e incatenati i 13 figli

Sono finiti in carcere con l’accusa di tortura e maltrattamento di minori. Sono David Allen Turpin di 57 anni e Louise Anna Turpin di 49 coppia che vive a Perris in California a un centinaio di chilometri da Los Angeles.

Hanno tenuto prigionieri in casa, non si sa per quanto tempo, i loro 13 figli. La Polizia li ha trovati incatenati ai letti con lucchetti e al buio, malnutriti e disidratati, in stanze invase da un odore nauseabondo. I ragazzi hanno una età compresa fra i 2 e i 29 anni.

A portare gli agenti in quella che è stata ribattezzata ‘la casa degli orrori’ è stata una delle figlie della coppia che approfittando di un attimo di distrazione dei genitori, è riuscita a liberarsi, a chiamare la Polizia da un cellulare trovato in casa e poi a fuggire.

Nessuno, infatti, si era mai accorto di quello che stava accadendo nell’abitazione di David e Louise. Per il Dipartimento dell’Educazione della California ufficialmente quella era una scuola: la ‘Sandcastle Day School’, aperta il 21 marzo del 2011 come istituto privato destinato a bambini e ragazzi di età compresa fra i 6 e i 18 anni e gestita dallo stesso David.

Inoltre, la loro sembrava una famigliola come tante. Sul profilo comune che la coppia aveva aperto su facebook, ci sono tantissime foto dei due in giro con la loro carovana di figli.

Addirittura David e Luoise hanno postato le foto del loro matrimonio. Anche se (come si evince dalla data di pubblicazione) probabilmente si tratta di anniversari festeggiati ricostruendo scrupolosamente la stessa location con lo stesso celebrante e indossando gli stessi abiti.

Ma l’apparenza, si sa, a volte inganna e i coniugi Turpin sono finiti in manette, mentre i ragazzi sono stati portati in ospedale.