Case d’emergenza scoperchiate ad Accumoli. La colpa? Un po’ di vento

accumoli

Accumoli è stato uno dei Comuni più colpiti dal terremoto dello scorso anno in Centro Italia.

A distanza, però, di 14 mesi dalle scosse più forti, è successo qualcosa di desolante, soprattutto in considerazione dell’inverno ormai prossimo.

Una forte folata di vento, infatti, ha abbattuto il tetto di due casette di emergenza, scatenando ovvie polemiche, soprattutto sui social media.

L’incidente è avvenuto ieri, nel complesso di SAE (Soluzioni Abitative d’Emergenza) di Fonte del Campo, frazione di Accumoli.

Per fortuna, non ci sono stati feriti ma le due famiglie ospiti delle casette – abitate dal 7 agosto scorso – resteranno, almeno fino a oggi, senza un posto dove vivere.

Una residente delle SAE, intervistata dall’agenzia di stampa AGI, ha raccontato: “Se non l’avessimo visto con i nostri occhi non ci avremmo creduto, è bastata una folata di vento per far saltare i colmi dei tetti. Abbiamo subito chiamato i vigili del fuoco e l’ufficio tecnico del Comune di Accumoli, che sono giunti sul posto per verificare l’effettiva entità del danno. E ora siamo così, con il tetto in queste condizioni, che nella malaugurata ipotesi dell’arrivo della pioggia ci ritroviamo l’acqua dentro casa“.

Come si legge su IlGiornale.it, ora chi vive nelle casette spera che l’intervento di ripristino venga fatto al più presto, anche perché stanno peggiorando le condizioni meteorologiche (si prevede pioggia nei prossimi giorni).