Caso Corona. Massimo Giletti risponde a Selvaggia Lucarelli

Non si placano le polemiche intorno alla partecipazione di Fabrizio Corona all’ultima puntata di ‘Non è l’Arena’ su La7. Dopo l’editoriale di Selvaggia Lucarelli su ‘Il Fatto Quotidiano’, adesso è la volta dello stesso conduttore Massimo Giletti che si difende proprio dalle parole della blogger e scrittrice attraverso le colonne di ‘Fanpage’.

Prima di tutto ha precisato che la sua trasmissione non è stata una sorte di ‘santificazione’ dell’ex re dei paparazzi: “Io ho aperto la trasmissione facendo l’elenco delle condanne passate in giudicato, non abbiamo raccontato un Corona angelo” ha precisato.

Poi è passato a rispondere punto su punto alle parole della Lucarelli.

La Lucarelli ha detto la verità – ha dichiarato a ‘Fanpage’ – le avevo chiesto di confrontarsi con Corona e glielo chiedo ancora, poi ognuno è libero di declinare un invito, però io glielo rifaccio comunque perché sarebbe interessante confrontarsi su fatti concreti […] Certo, però Corona dovrebbe dimostrare una maggiore maturità nell’affrontare la Lucarelli, perché io ho trovato intollerabili gli attacchi sessisti. Penso che Fabrizio avrebbe dovuto essere più calmo e meno emotivo, sia nei confronti della Lucarelli che di Mughini“.

E in merito alla pubblicazione da parte di Corona degli screenshot dei messaggi scambiati con il giornalista a fine puntata, ha detto: “Ma un ragazzo che pubblica un sms mio, personale, senza essere stato autorizzato da me, ti dice lo stato di emotività che ha. Gli ho detto solo che Corona portava La7 ad essere la prima rete nazionale, è un falso? Vedere gli ascolti che abbiamo fatto, superare Rai 1 per un’ora, è un dato di fatto“.