Cassiera troppo vicina a un cliente: supermercato chiuso per 5 giorni

Il provvedimento ha coinvolto un esercizio di Mira, in provincia di Venezia.

Un supermercato della catena Conad è stato chiuso per 5 giorni in quanto una delle cassiere si è avvicinata troppo a un cliente: è successo a Mira, in provincia di Venezia. La prefettura locale ha disposto la temporanea chiusura dell’esercizio in quanto la donna sopra citata è stata a 80 centimetri da uno degli avventori.

LEGGI ANCHE: Nicola Zingaretti: il suo capo di gabinetto multato per una grigliata con gli amici

I primi controlli effettuati a marzo

Secondo quanto riportato da diversi media, i primi controlli presso l’esercizio risalgono al mese di marzo. Nonostante questo, settimana scorsa la polizia locale, durante un sopralluogo, ha notato una delle cassiere a circa 80 centimetri da un cliente, distanza non rispettosa dalle regole previste per il contenimento del contagio.

Al supermercato sono stati messi i sigilli il 12 giugno. Come sopra ricordato, al chiusura ha avuto una durata di 5 giorni: ciò significa che oggi è l’ultimo giorno di cessazione dell’attività. Ricordiamo che, come riportato dalla testata Il Gazzettino, davanti alla postazione della dipendente era stato installato un separatore in plexiglass.

Le Forze dell’Ordine, che si sono trovate davanti a una palese violazione delle regole di distanziamento sociale, sono state però inflessibili e, come sopra accennato, hanno disposto la chiusura dell’esercizio.

La mattina del 14 giugno, i clienti che erano usciti di casa per fare la spesa si sono trovati davanti a un cartello che ufficializzava il provvedimento di chiusura provvisoria dell’esercizio, situato all’interno del centro commerciale Vittoria di Mira. firma

LEGGI ANCHE: Giacomo Poretti: “Ho avuto il Coronavirus”