C’è un giovane che non vuole fare la cacca da 40 giorni

Nel Regno Unito c’è un tizio che non vuole fare la cacca da 40 giorni.

L’uomo, un giovane di 24 anni, è accusato di traffico di stupefacenti e, secondo quanto sostenuto dalla polizia inglese, ha ingerito un pacchetto contenente la droga.

Di conseguenza, il 24enne non vuole andare in bagno per non espellere la prova che lo inchioderebbe.

Per raggiungere il suo obiettivo, il giovane sta anche mangiando il minimo indispensabile.

Tuttavia, l’uomo sta rischiando grosso.

Come si legge su Focus, Ian Lustbader, gastroenterologo dell’Università di New York, ha spiegato che un accumulo di feci nell’intestino può portare a gravi conseguenze: il colon s’allunga e s’allargo dando luogo alla sindrome del megacolon.

Si tratta di una malattia che ha, tra i sintomi, debolezza, addome pieno di liquidi e aria, meteorismo, eruttazione, tachicardia, difficoltà ad inspirare (per il fatto che l’addome è occupato dal colon), dolori addominali, reflusso esofageo o vomito, crisi allergiche e debolezza.

In pratica, con il passare del tempo, le feci diventano sempre più dure e possono provocare lesioni e lacerazioni.

Quindi, il 24enne inglese rischia grosso: non tanto la galera quanto la vita, anche perché se si rompe il pacchetto con la droga dentro all’intestino, potrebbe provocare un overdose.