Certificazione BRC per prodotti senza glutine: cos’è e perché è importante

Le intolleranze alimentari sono un argomento delicato per chi decide di investire il proprio denaro nell’industria alimentare. Tutti gli alimenti che sono consumati da persone che hanno un’intolleranza hanno un mercato molto vasto, vista l’incidenza delle intolleranze sulla popolazione mondiale.

Tra le più diffuse troviamo l’intolleranza al glutine, ovvero le persone che sono affette da celiachia. Un’azienda affinché possa produrre alimenti senza glutine necessita di una certificazione specifica: la certificazione BRC per Senza Glutine.

La certificazione BRC per Senza Glutine rientra in un programma specifico, il Gluten Free Certification Program Global Standard, che permette alle aziende alimentari di competere sul mercato dei prodotti senza glutine, attraverso il rilascio di tale certificazione che è specifico del solo controllo della presenza di glutine in alimenti lavorati e confezionati con il marchio Gluten Free. Questa certificazione rientra negli standard GFSI, così da aprire le porte, all’azienda che la riceve, ad un mercato, sia italiano che estero, in forte espansione.

A cosa serve la Certificazione BRC per Senza Glutine

La certificazione British Retail Consortium offre la garanzia, al consumatore, che l’azienda effettui controlli durante la produzione, la lavorazione e il confezionamento di prodotti con il marchio Gluten Free.

Allo stesso tempo, tale certificazione garantisce all’azienda un approccio metodico e sistematico che, anche sulla base delle norme HACCP, eviterà anche la presenza accidentale del glutine. Tutto ciò arreca parecchi benefici all’azienda, nonché al consumatore che avrà la certezza di non assumere glutine per valori superiori alla propria tolleranza.

Questo avviene grazie agli oltre 2500 siti certificati, ai 1750 auditor e alle 65 pubblicazioni che rendono l’indicatore BRC come uno degli standard più influenti di tutto il mondo. Quindi, grazie al programma Gluten Free Managment System, l’azienda sarà certificata per la produzione di alimenti senza glutine.

Con la certificazione BRC per senza glutine si potrà inviare una documentazione dettagliata sui prodotti dell’azienda a tutti i probabili clienti sparsi in tutto il mondo, essendo una certificazione riconosciuta ovunque e non solo nel mercato anglosassone.

Quali sono i vantaggi della certificazione BRC

Il programma di certificazione BRC si applica:

  • agli alimenti prodotti dall’azienda, sia a quelli trasformati successivamente dal cliente;
  • a tutti gli ingredienti utilizzati da società di catering e servizi di ristorazione;
  • sul pet food;
  • sui prodotti legati al benessere della persona,
  • alla cosmesi e
  • ai dispositivi medici chirurgici.

Il controllo della contaminazione da glutine segue un iter ben preciso fatto di step mirati, utili a garantire un prodotto per un mercato mirato, che non infici la salute del consumatore, dandogli totale sicurezza al momento dell’assunzione dell’alimento, del farmaco, ecc.

Il Gluten Control valido al rilascio della certificazione BRC analizza:

  • fornitori di prodotti e utilizzo di materie prima;
  • controllo delle etichette;
  • attenta analisi dei prodotto affinché si riduca al minimo la contaminazione da glutine; eliminazione di materiali ritenuti non idonei per gli standard.

Al fine di garantire un iter trasparente e valido al rilascio della certificazione BRC per Senza Glutine, l’azienda deve:

 

  • pianificare la propria produzione affinché vengano utilizzare attrezzature e macchinari dedicato solo alla produzione di prodotti senza glutine;
  • procedere a sessioni di pulizia specifica dei macchinari;
  • gestire ogni flusso d’aria durante la sessione di lavoro;
  • gestire in maniera ponderata lo stoccaggio del prodotto.

Un processo di questo genere, effettuato in maniera corretta e nel rispetto degli standard BRC, assicura un controllo a tutto tondo della contaminazione da glutine.

Conclusioni

La celiachia è una malattia che rientra tra le malattie rare. In Italia colpisce circa 600 mila persone e un trattamento errato della malattia passa anche dall’assunzione di sostanze contenente glutine. Tale trattamento può causare l’insorgere di altre patologie, fino ad arrivare anche alla morte.

Per una persona intollerante al glutine, rivolgersi ad un’azienda che possiede la certificazione BRC per Senza Glutine è sinonimo di tranquillità e serenità nella vita di tutti i giorni.

Fonte delle informazioni: https://gruppomaurizi.it/certificazione-brc-senza-glutine/