Che fine ha fatto Cloris Brosca, la zingara della luna nera?

C’era lei dietro il volto de La Zingara di Luna Park, programma televisivo andato in onda dal 1994 al 1997.

Era un’attrice, continua a fare l’attrice e resta – Cloris Brosca – attrice a cui il servizio pubblico e i suoi spettatori sono molto legati.

C’era lei dietro il volto de La Zingara di Luna Park, programma televisivo andato in onda dal 1994 al 1997. La Luna Nera era la carta dei tarocchi che dimezzava la cifra del montepremi, quella che i concorrenti dovevano assolutamente evitare. Il successo fu tale che quel gioco diventò un programma spin-off, noto appunto come La Zingara. Oggi, Cloris Brosca racconta quel successo: “Per me fu qualcosa di inaspettato”.

Oggi Cloris è sposata da diciannove anni con Fabrizio, che proprio nel corso della sua ospitata su Rai1 le ha fatto recapitare un video messaggio. Un gesto romantico seguito da parole altrettanto commoventi.

LEGGI ANCHE: Chi è Andrea Giambruno: il fidanzato di Giorgia Meloni.

Il tempo passa, ma poi non così velocemente, per lei, che a distanza di anni è rimasta nell’immaginario del pubblico televisivo italiano ancora nei panni sempre la “Zingara”, uno dei personaggi più riusciti di “Luna Park”, storico programma di Rai 1 degli Anni Novanta e che l’ha consacrata a sua sorpresa.

L’attrice ha parlato di quel periodo e di come all’inizio nemmeno volesse sostenere quel provino, ritrovandosi invece dopo poco tempo sotto i riflettori e ammaliando con la sua bellezza e voce sensuale milioni di telespettatori ogni volta che mostrava la famigerata carta della Luna Nera.

Quel personaggio mi ha dato tanto” ha ricordato nel salotto tv l’attrice napoletana, spiegando che quel provino fu un caso, dato che all’epoca frequentava un violinista che doveva sostenere parimenti un provino per l’azienda di Viale Mazzini.

LEGGI ANCHE: Addio al bollo auto: nuova tassa in arrivo dall’Unione Europea.

Il suo pensiero va anche alcompianto Fabrizio Frizzi: “Lui era sempre gentile ed educato, anche a telecamere spente” ha detto la oramai ex Zingara, sottolineando come il pubblico avesse capito e percepito in anticipo questo lato umano del conduttore e testimonianza di ciò ne è “il grande affetto che ha ricevuto nella sua carriera”.

La televisione non l’ha più frequentata, ma non per scelta. “Mi sarebbe piaciuto partecipare a qualche fiction, o a spettacoli di intrattenimento, ma non mi sono mai proposta. Non sapevo come utilizzarla, quella popolarità. La televisione, come tante altre macchine molto grandi, funziona a compartimenti stagni. Io non sapevo bene neanche a chi rivolgermi e a chi dire che avrei voluto lavorare. Probabilmente non ho avuto l’agente giusto che mi facesse capire quale fosse la direzione da prendere, ma non ho rimpianti: io sono felice a teatro, non è un ripiego. Il mio lato creativo, qui, è appagato totalmente”. Infatti oggi Cloris si divide tra i migliori teatri d’Italia come attrice.