Chef Rubio attacca Mahmood: “Peccato per quel filo israeliano”

Lo chef di Frascati si è scagliato contro il cantante di Soldi commentando l’uscita del suo ultimo singolo.

Chef Rubio ha attaccato Mahmood sui social. Gabriele Rubini, facendo i complimenti al rapper Massimo Pericolo per l’uscita del suo nuovo singolo Moonlight Popolare, si è scagliato su Twitter contro il vincitore di Sanremo 2019, con il quale il rapper e produttore ha collaborato in occasione di questo brano.

“Peccato per quel filoisraeliano”

Dal suo profilo Twitter, lo chef di Unti e Bisunti si è rivolto al produttore gallaratese – che all’anagrafe si chiama Alessandro Vanetti – con un post che ha fatto discutere. “Sarà na bomba bro. Peccato solo per quell’altro filo israeliano che non merita la tua classe ma amen. La musica deve essere libera“: queste le parole dello chef laziale, classe 1983.

Le affermazioni di Chef Rubio, non certo nuovo alle polemiche social, non hanno lasciato indifferenti gli utenti. Sono state infatti tante le persone che si sono espresse in difesa del cantante di Soldi. Mahmood, per ora, ha preferito non replicare alla frecciatina del cuoco di Frascati.

LEGGI ANCHE: Il solito Chef Rubio: stavolta ha scritto contro Kirk Douglas

La difesa di Gemitaiz

Se Mahmood ha preferito, almeno per ora, non raccogliere la provocazione, un altro esponente del rap italiano, ossia Gemitaiz, ha risposto a Rubio. Il rapper romano, all’anagrafe Davide De Luca, ha replicato a Rubio sul social dei cinguettii.

Zio sei veramente uno stupido e un ignorante, questa cultura non ti riguarda. Sempre nei backstage dei concerti a mangiare la frutta. Non mi sei mai piaciuto e adesso ho la conferma che facevo bene. Vai a accende i fornelli và

Questa la sua difesa di Mahmood che, ribadiamo, per ora, tace in merito a questa vicenda. L’interprete di Soldi si è infatti limitato a pubblicare sul suo profilo Instagram un post in cui annuncia l’uscita del singolo sugli store digitali a partire dalla mezzanotte di ieri.

LEGGI ANCHE: J-Ax, chi è la moglie Elaina Cocker