Chi è Rosa Fanti, la moglie dello chef Carlo Cracco

Scopriamo qualcosa di più sulla consorte del noto chef italiano.

Quando sei la moglie di un uomo che in televisione appare – a ragione veduta – con un ego smisurato, è naturale che tutti facciano il paragone. Quando quell’uomo è il cuoco più famoso e desiderato dagli italiani, qualsiasi tua scelta deve essere ben oculata per apparire non come “la donna di”, ma molto di più.

Carlo Cracco ha un’alleata in tutto ciò che fa. Rosa Fanti, sua moglie. Originaria di Santarcangelo di Romagna, 35 anni, da otto anni lavora accanto a Cracco. Di cosa si occupa esattamente e quanto pesa la sua attività nell’impresa di famiglia?

LEGGI ANCHE: Quanto costa il cenone di capodanno da Carlo Cracco?

«Mi occupo – spiega la signora Cracco – di tutto ciò che non è cucina. Carlo è lo chef, lui si relazione al suo staff, così come ai fornitori. Il mio compito è invece quello di gestire quotidianamente le collaborazioni con le aziende e gli eventi esterni a cui Carlo partecipa, e di supervisionare le attività di ufficio stampa. Entrambi siamo convinti che sia molto meglio lavorare con chi ti conosce veramente e finora questo metodo è andato molto bene».

E probabilmente Rosa ha salvato la carriera di Cracco, che a un certo punto non sapeva come divedersi tra ruolo di chef e quello televisivo. «Sono anni che lavoriamo insieme – racconta – quando sono arrivata Carlo aveva già moltissimi impegni che non riusciva più a coprire adeguatamente con il suo staff. Oltre alla tv, c’erano importanti relazioni con aziende da portare avanti. In questo senso, la conoscenza privata ci ha aiutati fin da subito, noi lavoriamo davvero per lo stesso obiettivo. Lui pensa ai suoi piatti, a nuove ricette e nuovi progetti. Io sono quella che gli ricorda un appuntamento, un volo da prendere. Quella che ogni tanto lo fa tornare con i piedi per terra, insomma».

LEGGI ANCHE: Lampedusa, nasce un nuovo bosco: saranno piantati 6.500 alberi.

Inutile definirla raccomandata dal marito, perché di Rosa parla il curriculum: «Mi sono laureata in Scienze della Comunicazione a Bologna, poi ho conseguito un master in Comunicazione e Marketing d’Azienda. Avevo già avuto esperienze lavorative di marketing e ufficio stampa, ma mai legate al food. Questo settore ho cominciato a conoscerlo con Carlo e mi ha subito appassionato».

L’equilibrio tra lavoro e famiglia è basato anche suo fatto che Rosa non ha problemi a vivere dietro le quinte: «Ne basta uno in casa con una visibilità come quella di Carlo. Io, per natura, non ambisco ai riflettori, semmai mi ci trovo coinvolta e va bene così. Il mio lavoro è quello di stare dietro le quinte e mi piace molto. Mi è ben chiaro che ogni successo che Carlo porta a casa ha anche qualcosa di mio».

LEGGI ANCHE: 6 sintomi che possono indicare un problema grave al colon.