Chi è Vittoria Ceretti, la modella che ha stupito nelle sfilate francesi

La supermodella italiana è ormai diventata la musa di Chanel.

Si è tenuta a Parigi una nuova sfilata di Chanel, la Maison francese che, nonostante la recente morte di Karl Lagerfeld, continua a essere sinonimo di eleganza e di stile.

A prendere il suo posto è stata Virginie Viard, la nuova direttrice creativa, che al Grand Palais ha presentato l’attesa collezione Pre-Fall Métiers d’art 2019-20.

Si tratta della linea itinerante nata dalle creazioni degli artigiani francesi che anticipa quella che verrà proposta per il prossimo inverno e quest’anno ha voluto rendere omaggio alle origini della griffe, riproducendo in passerella l’appartamento privato di Mademoiselle Coco Chanel con tanto di scala di specchi.

LEGGI ANCHE: Vittoria Puccini: “Ecco perché è finita con Alessandro Preziosi”.

Il guardaroba proposto è prezioso e glamour, caratterizzato da alcuni capi che hanno reinventato alcuni dettagli evergreen dell’azienda come il tweed, le piume e i fiori. In passerella le preziose creazioni realizzate dagli artigiani francesi Lesage e Montex, due maestri specializzati in decorazioni di fiori e piume.

Per l’occasione il Grand Palais ha riprodotto alla perfezione l’atelier di Coco a rue de Chambon con tanto di scala a chiocciola che portava al suo appartamento. I tailleur in tweed sono stati impreziositi con alcune pietre preziose ma hanno lasciato le pance scoperte, le classiche felpe a girocollo sono state decorate con l’indirizzo della casa di Coco, gli abiti da sera in seta e organza sono stati riempiti di collane e perle identiche a quelle della storica fondatrice della Maison. Per completare i look non sono mancati i maxi cerchietti e i rossetti dalle tonalità scure e strong. Uno degli accessori più originali? La collana pendente a forma di bottiglietta di profumo con la doppia C.

La conclusione è tutta made in Italy, perché che fosse una tra le preferite di Karl Lagerfeld era noto, ma anche stavolta la modella bresciana Vittoria Ceretti ha stupito il pubblico delle sfilate francesi.

LEGGI ANCHE: Leonardo Da Vinci ‘diventa’ francese al Louvre.

La giovane, originaria di Gardone Valtrompia, è stata scelta dalla direttrice aristica Virginie Viard per aprire e chiudere il fashion show Métiers d’Art Pre Fall 2020 di Chanel al Grand Palais di Parigi.

Già finita sulla copertina di Vogue e osannata dagli esperti di stile, Vittoria ha interpretato l’eleganza della maison indossando nella prima uscita un giaccone nero con bordi ricamati e in chiusura un un top composto da 350 impalpabili camelie in tessuto candido.

Seguitissima sui social e riservata sulla sua vita privata, Vittoria Ceretti incarna lo spirito Chanel, in questo nuovo capitolo guidato da Virginie Viard, braccio destro dei Kaiser per tanti anni. Ci sono tutti i codici classici della Maison, in un trionfo celebrativo tra matelassé, ricami dorati e bianco e nero ma allo stesso tempo, in una proiezione dedicata al pubblico più giovane, appaiono nuove forme come l’abito lungo senza maniche o i tailleur in pink che lasciano scoperta la pancia. È l’era delle Instagirls viste da una maison da sogno come Chanel. Irresistibilmente moderne.

LEGGI ANCHE: Mangiare uova è rischioso per la salute del cuore?