Chiara Nasti shock: “Non bevo acqua da due anni, ma solo coca cola”

È bufera sulla risposta della Nasti ad una follower che le chiede il segreto della sua forma fisica invidiabile.

È bufera. E giustamente. Questa volta nel mirino è finita Chiara Nasti, la 21enne influencer da poco più di un milione e mezzo di follower.

Famosa soprattutto per un fisico da urlo, la giovane è seguitissima in particolar modo da ragazze molto giovani che (come accade sui social) la tengono d’occhio costantemente per imitarla credendo (erroneamente) di riuscire in questo modo ad essere belle, famose e amate come lei. Questo è purtroppo uno dei risvolti amari del mestiere (?) di influencer. Sì perché se è lodevole la guerra al body shaming di una Chiara Ferragni, è invece da temere una affermazione come quella fatta di recente proprio dalla Nasti sui social.

Ad una follower che le ha chiesto il segreto della sua forma fisica invidiabile, la 21enne ha risposto in questo modo.

La cosa più semplice è bere tanta acqua e mangiare sano, io ho puntato sul mangiare sano (neanche troppo) visto che l’acqua non è di mio gradimento e non la bevo da 1 o 2 anni. Bevo acqua di cocco o Coca Cola! Noi siamo quello che mangiamo! Non bevo acqua da due anni, lo ammetto. Mi dispiace acqua, ma la Coca Cola ha vinto! Non sto dicendo che tutti debbano fare come me, ma io bevo solo Coca”.

Ora, non è necessaria una laurea in medicina per comprendere i rischi per la salute che comporta uno stile di vita come quello appena descritto, ma è fondamentale correre ai ripari. Perchè il problema è che qualche ragazzina si lasci abbagliare da una simile falsa prospettiva: dimagrire bevendo cola ed eliminando l’acqua.

Ma c’è anche un’altra questione. Chiara Nasti fa davvero quello che dice (o meglio, scrive)? Se la risposta è sì, allora qualcuno deve farle una bella lezioncina sulle conseguenze disastrose che questo regime avrà sulla sua salute. Se la risposta è no… beh, allora il fatto è davvero grave perché significa che la signorina Nasti è consapevole dei danni di tale comportamento alimentare, ma non si fa alcuno scrupolo a ‘pubblicizzarlo’ (da notare che non parla in generale di cola, ma di una marca specifica) con il rischio di influenzare negativamente i suoi followers.

Teniamo d’occhio i nostri ragazzi quando vanno sui social. Tra i pericoli ci sono anche questi post.

Leggi anche: Cosa succede al nostro corpo se beviamo il succo di patata.