Cina, batterio della brucellosi sfugge a un laboratorio e infetta 3mila persone

L’incidente è accaduto nel 2019.

Risale al 2019 un incidente che, a partire da un laboratorio di Lanzhou (Cina), ha portato 3.000 persone a vivere in prima persona l’infezione causata al batterio della brucellosi. Secondo le rivelazioni dell’agenzia di stampa France Press, le autorità della provincia cinese di Gansu avrebbero reso noto l’accaduto, ossia la fuga del batterio sopra citato dai laboratori di un’industria farmaceutica.

LEGGI ANCHE: Cane (con astuzia) sfugge all’attacco di tre lupi

Cosa sapere sul batterio della brucellosi

Il batterio sfuggito da un laboratorio in Cina è responsabile della brucellosi, una patologia che, di norma, non è contagiosa per gli esseri umani. Nei casi in cui viene contratta, tra i sintomi che causa è possibile citare l’insorgenza di mal di testa, i dolori articolari, ma anche qualche linea di febbre.

Oggi come oggi, le persone infette sarebbero 3.245. A detta delle autorità sanitarie locali della provincia di Gansu, che si trova nel nord-est della Cina, non sarebbero stati registrati casi di trasmissioni tra esseri umani.

LEGGI ANCHE: Bimbo di 9 anni sfugge alla madre: travolto e ucciso da un’auto