Citofonata di Salvini: la difesa di Vittorio Sgarbi e l’eliminazione dei video

Il critico d’arte, neo consigliere di Forza Italia in Emilia, ha elogiato la citofonata di Salvini.

Archiviate le consultazioni elettorali in Emilia Romagna e in Calabria, non si placa il clamore per la citofonata di Salvini. A dire la sua in merito ci ha pensato anche Vittorio Sgarbi. 

Il punto di vista del critico d’arte

Ospite di Quarta Repubblica, salotto televisivo di Nicola Porro, Vittorio Sgarbi si è espresso in merito alla citofonata di Matteo Salvini al quartiere Pilastro di Bologna, difendendo il segretario della Lega. Il critico d’arte, che è stato eletto come consigliere regionale di Forza Italia proprio in Emilia Romagna, ha affermato che suonare al citofono quella sera è stata la cosa più bella della campagna elettorale.

L’opinione di Vittorio Sgarbi è risultata in contrasto con quella del volto principale di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che, parlando della citofonata di Salvini, ha dichiarato che lei non avrebbe l’avrebbe fatta. 

L’eliminazione del video

Per quanto riguarda il video in sé, nella giornata di oggi è arrivato un cambiamento importante. Dopo giorni all’insegna delle polemiche e dell’ironia – non sono mancati i meme sia prima, sia dopo i risultati delle elezioni regionali in Emilia – il contenuto è stato rimosso da Facebook.

Quando si parla del video di Salvini è cruciale ricordare che la sua eco non è stata forte solo a livello nazionale. La citofonata del segretario della Lega, infatti, ha scatenato l‘ira del vice presidente della Tunisia, che ha accusato Salvini di aver commesso un gesto “puramente razzista” e di minare i rapporti tra l’Italia e la Tunisia.

Il contenuto, come già ricordato, è stato rimossso dal social blu. Il motivo riguarda una segnalazione per incitamento all’odio da parte dell’avvocatessa Cahty La Torre, tra i promotori dell’iniziativa oline Odiare Ti Costa e legale che difende Yassin, il 17enne accusato, assieme al padre, di essere uno spacciatore (il ragazzo non ha precedenti penali, gioca a calcio e tra qualche mese diventerà padre per la prima volta).

La Torre ha pubblicato sui social un post in cui, come è chiaro dall’immagine qui sotto, presenta lo screenshot che ufficializza la rimozione del video e commenta la decisione di Facebook, parlando del forte impatto che la citofonata ha avuto sulla vita del ragazzo.

salvini video rimosso

LEGGI ANCHE: Serena Grandi a processo per una fattura non pagata.