Claudio Amendola: “Ho avuto un infarto. Ecco perché sono ancora vivo”

Non lo aveva detto a nessuno. Lo ha detto soltanto oggi, a 7 mesi di distanza nel salotto di ‘Verissimo’. Claudio Amendola ha rischiato la pelle a causa di un infarto. È successo lo scorso settembre.

A settembre – ha raccontato – ho avuto un infarto. Mi sentivo male, avevo dei dolori strani e respiravo a fatica, così Francesca (Neri ndr) mi ha detto ‘forse è il caso che andiamo all’ospedale’ che, fortunatamente, è molto vicino a casa nostra a Roma“.

L’intervento è stato tempestivo, e questo gli ha permesso di non rimetterci la vita.
Grazie ad una infermiera caposala bravissima, che vedendomi ha capito subito la situazione – ha ricordato l’attore romano – nel giro di sette minuti stavo sotto elettrocardiogramma e dopo un quarto d’ora dall’essermi sentito male ero nella ‘sala rossa’ dell’ospedale. Non ho avuto il tempo di preoccuparmi, perché ho capito che nel reparto di Cardiochirurgia del Policlinico Umberto I ero in ottime mani“.

Questa brutta avventura, però, gli ha insegnato qualcosa di molto importante.
All’improvviso – ha detto – ti rendi conto veramente del valore della vita e delle cose che hai. È stato come una secchiata d’acqua gelata. La mia vita è cambiata radicalmente: ho smesso di fumare, sono dimagrito dodici chili e ora mi sento come un trentenne. Il dottore mi ha detto che adesso non sono più a rischio, sto benissimo, ma la salute va coltivata. Non fumate, mangiate meglio e muovetevi di più“.