Clinica Villa Mafalda, da Roma le novità della chirurgia moderna

Alla fine degli anni ‘80, la diffusione della laparoscopia segnò una tappa importante nel percorso di evoluzione di una delle branche mediche più soggette a innovazione: la chirurgia. Oggi, le recensioni e le opinioni di esperti e medici sono unanimi nel prevedere un sempre maggiore impatto dell’high tech in sala operatoria: un trend che secondo le maggiori cliniche potrà portare risultati positivi sia per i pazienti che per gli stessi chirurghi. Non sorprende quindi come diverse cliniche seguano con interesse lo sviluppo delle ultime tecnologie del settore. Tra queste spicca certamente la casa di cura a Roma Villa Mafalda, che condivide sul suo blog informazioni e notizie riguardanti le ultime novità sull’argomento. La divulgazione al pubblico è infatti molto utile per aggiornare i cittadini sullo stato dell’arte delle tecniche chirurgiche, facendo luce sull’argomento anche per i non addetti ai lavori.

Villa Mafalda, recensioni e prospettive per la chirurgia del futuro

opinioni villa mafalda

Non è possibile trattare il tema della recente tecnologia chirurgica senza menzionare le conquiste della robotica, disciplina che ha rivoluzionato l’approccio dei dottori in sala operatoria. L’introduzione di robot-chirurghi, manovrati da dottori in carne e ossa, ha permesso di offrire ai pazienti prestazioni di qualità superiore. La principale qualità di questi strumenti è naturalmente la grande precisione, un vantaggio notato anche nelle recensioni della clinica Villa Mafalda. Il centro polispecialistico di Roma riporta infatti la notizia di un intervento oculistico effettuato in Inghilterra con l’ausilio di un robot. Guidando a distanza Priceyes, questo il nome dello strumento, i chirurghi inglesi hanno potuto operare un tessuto spesso un centesimo di millimetro: l’altissima precisione del robot, commenta Villa Mafalda, ha permesso di effettuare l’intervento proteggendo allo stesso tempo lo stato della retina. Alla precisione, si aggiunge il vantaggio della bassa invasività e delle tempistiche di intervento. Dalla laparoscopia alle tecnologie più avanzate, i progressi della chirurgia permettono di ridurre sia i tempi dell’operazione che quelli di convalescenza in ospedale. Lo confermano anche le dichiarazioni della Società Italiana di Chirurgia, che si è in passato espressa con opinioni favorevoli nei confronti dell’innovazione chirurgia: il risparmio di tempo dovuto alle tecniche di più recente introduzione si traduce in una migliore esperienza per il cittadino, e in un risparmio economico per l’ospedale.

L’avvento del laser, le opinioni della clinica Villa Mafalda

Importantissimo anche l’apporto dato dalla ricerca nel campo della fotonica, la scienza alla base della progettazione dei moderni laser medici. A citarne i vantaggi in campo chirurgico è la sezione oculistica di Villa Mafalda a Roma, AktiVision, che sul suo sito ufficiale dedica ampio spazio a recensioni e descrizioni dei più efficaci sistemi laser pensati per l’uso medico. Tra i più popolari, naturalmente, i sistemi di laser a eccimeri, femtosecondi e aberrometro, quotidianamente utilizzati per correggere le più comuni problematiche alla vista, come miopia, astigmatismo e ipermetropia. AktiVision indica in particolare l’iLasik, un sistema di chirurgia refrattiva laser indolore che permette al paziente operato di riacquistare la vista già dopo poche ore dall’intervento. L’oculistica non è però l’unico campo in cui la tecnologia laser ha saputo esprimere tutta la sua utilità al servizio dei chirurghi. La casa di cura Villa Mafalda fa l’esempio della Rosacea, una patologia della pelle che provoca arrossamenti sul volto. La chirurgia laser, in questo caso, è utile per correggere le imperfezioni della cute in maniera minimamente invasiva.

Tempistiche ridotte, bassa invasività e maggiore precisione sono dunque le caratteristiche chiave di una disciplina che, negli ultimi tempi, ha conosciuto un innegabile processo di modernizzazione. Un percorso positivo che, secondo le recensioni e i commenti degli esperti, contribuisce positivamente al miglioramento della qualità dell’offerta sanitaria generale, in Italia come all’estero.