5 consigli per tenere sotto controllo il colesterolo

colesterolo

Il colesterolo non è del tutto cattivo. È richiesto dal corpo umano per aiutare a proteggere i nervi e a costruire nuove cellule e ormoni. Infatti, il corpo ottiene tutto il colesterolo di cui ha bisogno, autoproducendoselo. I problemi cominciano quando aggiungiamo altro colesterolo, cosa che può accadere quando mangiamo cheeseburger, bistecche, pizza, o qualsiasi altro alimento che contenga prodotti di origine animale.

Il colesterolo in eccesso si deposita lungo i vasi sanguigni e ciò può bloccare le arterie e limitare la circolazione del sangue con il rischio di causare anche infarto e ictus.

In caso di livelli eccessivi di colesterolo, è necessario – come si legge su Drfarrahmd.com – apportare delle modifiche allo stile alimentare, ad esempio diminuendo il consumo di carne, uova, latticini… Tuttavia, esistono alcuni modi per tenere a bada il colesterolo.

Non saltare la colazione

Nel nostro organismo c’è sia il colesterolo buono (lipoproteina ad alta densità: HDL) che quello cattivo (lipoproteina a bassa intensita: LDL).

Fatta questa premessa, chi salta la colazione tende ad avere livelli di colesterolo più alti rispetto a chi, invece, comincia la mattina con la pancia piena. Perché succede? Chi salta la colazione compensa negli altri momenti della giornata, magari abbandonandosi al consumo di spuntini malsani. Alcune ricerche, poi, hanno scoperto che chi mangia avena o cereali a colazione ha livelli di colesterolo più bassi rispetto a chi non lo fa.

Modificare la frequenza dei pasti

Un approccio per abbattere il colesterolo è cambiare la frequenza dei pasti. Gli studi hanno dimostrato che pasti abbondanti scatenano l’afflusso di molta insulina. Ciò comporta la creazione di una proteina che sviluppa il colesterolo generato dal fegato.

Invece, pianificare pasti più piccoli e regolari (senza aumentare le calorie) può limitare il rilascio di insulina e così si limita la produzione di colesterolo.

Vitamina C

Vitamine e minerali hanno un effetto benefico sul colesterolo. Gli studi hanno dimostrato che chi segue un piano nutriazionale ad alto contenuto di vitamina C ha la tendenza ad avere livelli di HDL più alti.

La vitamina C è ancora più benefica quando proviene da alimenti a foglia verde che hanno anche una fibra che colpisce il colesterolo, cioè la pectina. Essa trasporta fuori il colesterolo dall’organismo prima che entri nel sangue. Una dieta ricca di vitamina C e pectina include agrumi, pomodori, patate, fragole, mele e spinaci.

colesterolo

No al decaffeinato

Le bevande decaffeinate aumentano il livello di LDL più di ogni altra bevanda tradizionale, quindi non è la scelta giusta da prendere se si ha un livello elevato di colesterolo. I ricercatori sostengono che ciò potrebbe essere causato dai chicchi utilizzati per il decaffeinato, cioè più forti di quelli normali. I consumatori frequenti di caffè (chi lo beve ogni giorno) normalmente ha un aumento del colesterolo del 7%.

Fagioli

I fagioli possono aiutare a ridurre il livello di colesterolo. La ragione per cui questi vegetali ricchi di fibre sono consigliati è che contengono pectina, di cui abbiamo scritto poco su.