Come scegliere la colomba pasquale con più qualità

colomba pasquale

Quest’anno Pasqua si celebrerà domenica 21 aprile. Quindi, è già tempo di uova e colombe. A proposito di quest’ultime l’osservatorio dei Consumi di QualeScegliere.it, sito che recensisce prodotti e servizi, ha pubblicato un vademecum per scegliere il prodotto con maggiore qualità.

Lo studio è stato realizzato facendo una comparazione di diversi prodotti della grande distribuzione tra dolci di aziende note, a marchio supermercato e discount e sulla base del decreto ministeriale del 22/07/2005 che regolamenta gli ingredienti da utilizzare per la preparazione del dolce.

Il prezzo delle colombe industriali analizzate è andato da 3,29 euro al kg fino a circa 12 euro. Per le analisi sulle colombe artigianali si è partiti da 25 euro al kg, “prezzo dettato – spiegano i ricercatori – dagli ingredienti utilizzati, manodopera, tempi e cura di lavorazione che spostano il valore di mercato su cifre completamente diverse da quelle industriali”.

Tra le raccomandazioni della ricerca c’è, oltre al controllo del rispetto dei requisiti del decreto ministeriale, quella di leggere l’etichetta per valutare la lista degli ingredienti, la consistenza della colomba, il processo di lievitazione e la qualità della crosta.

colomba pasquale

Tra i consigli per l’acquisto risulta esserci, inoltre, la raccomandazione di non considerare il prezzo finale in sé come indicatore della qualità di una colomba perché in genere subisce variazioni legate alle offerte dei vari punti vendita.

Infine, gli esperti fanno presente che non sempre le colombe prodotte da marchi noti sono migliori rispetto a quelle da supermercato visto che per entrambi non viene specificata la percentuale di materia grassa butirrica, nonostante nel decreto si specifichi che non dovrebbe essere inferiore al 16% degli ingredienti.

E voi? A cosa fate caso prima di acquistare una colomba pasquale? Lasciate un commento!

Leggi anche: Buona notizia! Dal 1° aprile luce e gas costeranno di meno.