Conad contro il Coronavirus: 3 milioni di euro alla ricerca sul Covid-19

Le donazioni sono destinate allo Spallanzani di Roma e al Sacco di Milano.

Conad

Nuove apparecchiature per le terapie intensive e fondi per la ricerca. Così scende in campo anche Conad contro il Coronavirus. I soci, la più grande organizzazione sul territorio nazionale di imprenditori del commercio indipendenti, hanno deciso di donare 3 milioni di euro.

Le strutture ospedaliere sono tutte al collasso in Italia, ma certamente quelle messe più a dura prova sono il Sacco di Milano e lo Spallanzani di Roma. A loro va l’aiuto di Conad per contrastare il Covid-19.

Ospedale Spallanzani di Roma
Ospedale Spallanzani di Roma

LEGGI ANCHE: Ferrari contro il Coronavirus, pronta a produrre ventilatori e respiratori a Maranello

I soci delle cooperative di Conad Nordovest, PAC 2000A e ConadAdriatico donano 1.700.000 euro per la ricerca su farmaci che possano debellare il virus e li destinano all’ospedale romano: in prima linea fin dall’inizio.

Mentre i soci delle cooperative di Conad Centronord, Commercianti Indipendenti Associati, Conad Nordovest e il Consorzio Nazionale Conad donano 1.300.000 euro all’ospedale milanese. Sono destinati per l’acquisto di respiratori e l’allestimento di nuove postazioni per la terapia intensiva.

«Tutti i soci e gli oltre 60 mila lavoratori di Conad sono impegnati da settimane, insieme ai partner delle filiere produttive e della logistica, a garantire ogni giorno un servizio continuo e approvvigionamenti adeguati a circa 10 milioni di famiglie in tutta Italia»: afferma Francesco Pugliese, Amministratore delegato di Conad.

Ospedale Sacco di Milano
Ospedale Sacco di Milano

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l’infettivologo Galli: “Ormai il fronte è Milano”

E ancora: «Con questa donazione vogliono far giungere in modo ancora più tangibile e diretto il loro ringraziamento a medici, infermieri e ricercatori che lavorano senza sosta per la cura dei pazienti negli ospedali e per sviluppare nei laboratori nuove terapie e contrastare gli effetti dell’epidemia».

Non dimentichiamo, infatti, che Conad contro il Coronavirus e tutti i supermercati sono tra gli esercizi commerciali che rispondono a esigenze di prima necessità. Vivono gli effetti dell’epidemia da Coronavirus ogni giorno, andando a lavorare nel rispetto delle norme igieniche. L’obiettivo primario è quello di salvaguardare la salute di clienti e lavoratori.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, è morto il suocero di Adriana Volpe.