Conte premier, la prima reazione di Salvini: “Manifestazione di piazza a Roma”

Il leader della Lega ha annunciato che l’evento di protesta si svolgerà il prossimo 19 ottobre.

Matteo Salvini e Giuseppe Conte.
Matteo Salvini e Giuseppe Conte.

La prima reazione pubblica di Matteo Salvini nel giorno dell’incarico conferito a Giuseppe Conte di guidare un governo M5S – PD è una manifestazione di piazza a Roma.

Su Facebook, in una diretta, il leader della Lega ha comunicato che “sabato 19 ottobre sarà la giornata dell’orgoglio della maggioranza operosa, che non va a fare casino ma che vuole un governo che non nasce la notte a Parigi o Bruxelles e che per questo viene ricompensato“.

Inoltre, ci sarà un’altra manifestazione il 15 settembre a Pontida.

Conte, intanto, ha già incontrato i presidenti di Senato e Camera e la delegazione del gruppo Misto – Maie. Domani, invece, ci saranno i colloqui con Lega, Fratelli D’Italia, M5S e Pd.

IL DISCORSO DI CONTE

Stamane, dopo il colloquio con Mattarella, Conte ha affermato che il suo “non sarà un governo ‘contro’ ma un governo per modernizzare il Paese e per i cittadini. Realizzerò un governo nel segno della novità è quello che richiedono anche le forze politiche“,

“Siamo agli albori di una nuova legislatura Ue e dobbiamo recuperare il tempo perduto per consentire all’Italia il ruolo da protagonista che merita. Il Paese ha l’esigenza di procedere speditamente“, ha aggiunto il premier.

Mi metterò subito all’opera per una manovra che contrasti l’aumento dell’Iva, tuteli i risparmiatori, dia una solida prospettiva di crescita e sviluppo sociale“, ha affermato Conte, sottolineando che il suo governo lavorerà per “un Paese migliore, un Paese che abbia infrastrutture sicure, reti efficienti, che si alimenti con energie rinnovabili, che valorizzi i beni comuni, che integri stabilmente nella propria agenda politica il benessere eco-sostenibile, che rimuova diseguaglianze di ogni tipo“.

E ancora: “Deve essere un Paese di riferimento nella protezione delle persone con disabilità, che non lasci che i giovani si disperdano con esperienze all’esterno ma che sia un paese attraente per giovani che sono all’estero, che veda un Mezzogiorno rigoglioso. Un Paese nel quale la pubblica amministrazione non sia permeabile alla corruzione, un Paese con una giustizia più equa ed efficiente dove le tasse le paghino tutti, ma proprio tutti, ma le paghino meno“.

Molto spesso negli interventi pubblici sin qui pronunciati ho evocato la formula di un nuovo umanesimo, non ho mai pensato fosse lo slogan di un governo ma l’orizzonte ideale del Paese“, ha concluso.

Leggi anche: Conte da Mattarella: i nodi da scegliere e l’errore di Matteo Salvini.

Da SaluteLab: I bambini nati con il cesareo hanno il 33% in più di probabilità di sviluppare l’autismo.