Coppia costretta a vivere separata dopo 66 anni di matrimonio

Succede in Canada. Sotto accusa l’assistenza sanitaria. Ecco perché.

Dal Canada una triste notizia che dimostra come al numero crescente di anziani non corrisponda un sistema di assistenza sanitaria efficiente.

Martha e Willard Farnell, una coppia di Calgary, sono sposati da 66 anni. I due, dopo un corteggiamento durato sei mesi, pronunciarono il fatidico sì nel 1953.

Martha vive in modo indipendente ma Willard soffre di demenza e richiede cure a lungo termine. Le strutture esistenti, inoltre, non possono ospitare le coppie con diversi livelli di esigenze.

Questo è ciò che non riesco a capire – perché non posso andare con lui? – ha detto Martha alla stampa locale – Se posso essere lì, posso aiutarlo e lui non si arrabbierebbe, sarebbe molto più facile da gestire“.

Da marzo, Willard si trova al Foothills Medical Center, in lista d’attesa per un letto di assistenza a lungo termine che richiede in media circa otto settimane. Martha passa ogni giorno con lui nella sua stanza d’ospedale e, una volta che si addormenta, torna a casa, dove vive da sola.

È terribile, non posso parlargli e continuo a pensare: ‘Che cosa sta passando? Si sta svegliando e mi cerca?’ Molte persone non lo capiscono“, ha aggiunto la donna.

Un portavoce di Alberta Health Services (ASH) ha affermato che i funzionari stanno lavorando con la coppia per trovare alternative, il che potrebbe significare che Martha si possa trasferire in una stanza privata nella stessa struttura ma non nella stessa unità. Ciò, però, potrebbe richiedere mesi e forse anni.

ASH, infatti, sta realizzando un edificio per offrire maggiore flessibilità alle coppie che vogliono stare insieme.

Cindy Bond dell’Alzheimer Society di Calgary, ha ricordato che, con i bisogni crescenti della popolazione che invecchia – che riguarda tutto il mondo occidentale, Italia compresa – sono necessarie più forme di assistenzialismo ma la strada da percorrere è ancora lunga.

Per la maggior parte degli anziani che vivono come Martha e Willard, tutto ciò che vogliono è avere la possibilità di stare insieme nel tempo che gli resta.

So che la sua demenza peggiorerà e arriverà al punto in cui potrebbe non conoscermi ma fino a quel momento mi piacerebbe essere lì per lui“, ha detto Martha.

Leggi anche: Cassazione: “No al riconoscimento dei bambini con due papà”.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis: