Coppia dell’acido, il figlio affidato ai nonni materni

Affidarlo ai nonni materni. Potrebbe essere questa la sorte del figlio di Martina Levato e Alexander Boettcher, meglio conosciuti coma ‘la coppia dell’acido’.

La mamma sta scontando una pena di 20 anni in carcere e il bimbo, nato nel 2015 quando Martina era già dietro le sbarre per i raid che hanno sfigurato tre persone, è al centro di una vera e propria disputa legale. La Corte d’Appello di Milano, lo scorso marzo aveva dichiarato l’adottabilità del piccolo.

Oggi il Procuratore Generale della Corte di Cassazione Francesca Ceriani ha chiesto di revocare l’adottabilità e di affidarlo ai nonni materni.
I figli non si tolgono nemmeno ai mafiosi – ha detto – perché ogni bambino ha diritto a crescere nella famiglia dove è nato. E anche se Alexander e Martina sono responsabili di crimini raccapriccianti, dare in adozione il loro figlio equivarrebbe a una non consentita operazione di genetica familiare, come se il piccolo fosse nato con una macchia. I nonni materni sono idonei a crescerlo e ne hanno diritto“.

Il legale di Martina, l’avvocato Laura Cossar, ha proposto un’alternativa: far scontare alla donna la sua pena presso l’Icam di Milano (una sorta di casa per le mamme detenute) fino a quando il figlio non avrà compiuto 6 anni, e poi ai domiciliari.

Fonte Rai News

Invece il Comune di Milano, costituitosi in Cassazione come tutore del figlio, ha chiesto di respingere la richiesta di affidamento.

Rispettiamo le figure di questi nonni – ha detto il legale rappresentante del sindaco Giuseppe Sala – ma l’impegno che vogliono assumersi è sproporzionato alle loro forze, al divario di età, alla durata pesante della pena alla quale sono stati condannati i genitori del bambino che non potranno quindi subentrare presto ai nonni, e al fatto che le aggressioni con l’acido che hanno compiuto denotano un totale deficit di senso civico che può certo essere colmato, ma solo attraverso un processo lungo e dall’esito incerto”.

La decisione della Suprema Corte è attesa nelle prossime settimane.