Coppia si fa una foto con leone morto, scoppia la polemica

Si tratterebbe di un costoso extra pagato ad una compagnia locale africana per fare un Safari indimenticabile.

La loro vacanza non si è conclusa nel migliore dei modi. Sono stati travolti da violente polemiche per una foto scattata durante il safari in Africa. Loro sono Darren e Carolyn Carter, una coppia di imbalsamatori originaria del Canada che aveva deciso di affidarsi alla compagnia locale ‘Legelela Safari’ per rendere indimenticabile la propria vacanza. Sì, perché la ‘Legelela’ offre pacchetti turistici con caccia al leone compresa.

E infatti Darren e Carolyn sono finiti nel mirino degli internauti, dei media, degli animalisti e di gran parte dell’opinione pubblica a causa di una foto in cui sono stati immortalati mentre si baciano dietro un gigantesco leone morto. Un leone ucciso per il gusto di offrire un extra di lusso ai turisti.

A confermare che quello della foto era un animale addomesticato per essere ammazzato dai turisti sono stati sia Linda Park, manager dell’associazione sudafricana Voice 4 Lions’ che Eduardo Goncalves della campagna ‘Ban Trophy Hunting’ nata per abolire i trofei di caccia. Un esemplare adulto di questo tipo, hanno spiegato, se fosse libero nella savana dovrebbe presentare cicatrici e graffi in tutto il corpo causate delle attività quotidiane di un leone come difendere il territorio. Invece l’animale della foto “sembra uscito da una pubblicità”.

Del resto la ‘Legelela Safaris’ è famosa per i suoi costosi extra: 2.400 sterline per la caccia alla giraffa e 2.000 per quella alle zebre (oltre alla caccia a leopardi, elefanti, rinoceronti e appunto leoni).

Come detto all’inizio, la foto della coppia ha sollevato un vespaio e ha costretto la compagnia a chiudere la pagina facebook dove aveva pubblicato lo scatto.

Leggi anche: Il Re Leone, lite fra Elisa e Laura Pausini?