3 portaerei USA verso la Corea e Pyongyang: “Pronti alla Bomba H”

USA Regan

La minaccia dell’uso della bomba all’idrogeno da parte del regime della Corea del Nord non è propaganda ma concreta.

Lo ha dichiarato alla CNN un altro funzionario di Pyongyang, Ri Yong Pil, per cui gli avvertimenti lanciati il mese prima dal ministero degli esteri “non sono parole vuote“.

In pratica, l’intenzione di testare una bomba H nelle acque del Pacifico va presa “letteralmente”.

Ri ha affermato che “il ministro degli Esteri ha stretti legami con il leader Kim Jong Un e conosce bene le sue intenzioni. Per questo le sue osservazioni dovrebbero essere prese alla lettera dal resto del mondo“.

Ri ha anche smentito che esistano canali diplomatici tra gli USA e la Corea del Nord, come invece affermato più volte da Rex Tillerson, segretario di stato americano.

La tensione tra Pyongyan e Washington, tra l’altro, è confermata dallo schieramento di tre portaerei americane nel pacifico.

Secondo gli esperti, si tratta di una prova di forza di Donald Trump come deterrente nei confronti di Kim Jong Un.

Si trattano della Roosevelt, della Nimitz e della Reagan.

Tutti segni che palesano una pericolosa escalation della tensione. Tra l’altro, l’ex capo dell’intelligence americana, James Clapper, di recente ha affermato che i rischi di una “guerra mondiale” sono davvero alti.