Coronavirus, 27 morti in 24 ore: ora le vittime sono 79

L’aggiornamento di Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione Civile.

È aumentato e di tanto il bilancio delle vittime del coronavirus in Italia.

Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione Civile e commissario dell’emergenza, ha comunicato che i malati sono 2.263, con un incremento di 428 rispetto a ieri e i morti sono 79, 27 in più. A questi dati vanno aggiunto i 160 guariti.

In Lombardia, come comunicato dall’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, «i pazienti ospedalizzati sono 698, 167 sono in terapia intensiva, 461 in isolamento domiciliare. I deceduti risultano essere 55». Gallera ha ammesso che «la patologia sta incrementando in maniera costante».

«C’è stata una impennata di casi nel bergamasco, con un incremento di positivi a Bergamo di 129 superiore rispetto persino al focolaio di Lodi dove è stato di 98», ha aggiunto l’assessore.

In Emilia Romagna, poi, come annunciato dall’assessore regionale alle Politiche per la Salute, Raffaele Donini, «abbiamo registrato sette decessi da ieri sera a oggi, tutti con patologie pregresse, in alcuni casi anche importanti, cinque di questi residenti in Emilia-Romagna, con un’età superiore ai 70 anni, fino ai 91».

In Piemonte, infine, i contagiati sono saliti a 61. Di questi, 5 sono in terapia intensiva, 14 ricoverati in malattia infettiva e 42 in isolamento domiciliare.

Numeri destinati ad aumentare per l’arrivo di altri sei torinesi risultati positivi al Covid-19 che in questo momento si trovano a Finale Ligure. Nel frattempo, la Regione ha individuato il primo ospedale totalmente dedicato all’emergenza Covid-19. Si tratta di una struttura ospedaliera a Tortona che risulta isolata ma idonea ad accogliere i pazienti affetti dal virus.

Infine, l’Istituto Superiore di Sanità sta valutando l’allargamento della zona rossa.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, dimesso dallo Spallanzani il 17enne Niccolò.