Coronavirus: addio al brigadiere capo Claudio Santoro

Stroncato dal Coronavirus, nella notte tra il 13 e il 14 aprile si è spento il brigadiere capo pugliese Claudio Santoro. Aveva 57 anni.

L’arma dei carabinieri sta in questi giorni piangendo il brigadiere capo Claudio Santoro, 57 anni. L’uomo è venuto a mancare nella serata tra il 13 e il 14 aprile 2020.

La lotta contro il Coronavirus

Claudio Santoro, brigadiere capo originario di San Severo ma in servizio nella città di Lucera, è venuto a mancare stroncato dal Coronavirus presso il Policlinico Riuniti di Foggia, dove era ricoverato.

La sua dipartita è stata ricordata nella giornata del 14 aprile con un commovente post sulla pagina ufficiale Facebook dell’Arma dei Carabinieri.

Un altro figlio dell'Arma, dopo aver lottato con dignità, se n'è andato. Nella notte, si è spento a 57 anni il…

Pubblicato da Carabinieri su Martedì 14 aprile 2020

LEGGI ANCHE: Coronavirus, a Messina corteo funebre per il fratello di un ex boss

La morte di Claudio Santoro è stata commentata pure dal sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo. Dopo essere venuto a conoscenza della dipartita del brigadiere capo, ha espresso pubblicamente le sue condoglianze ai familiari.

Tofalo ha altresì ringraziato il personale della Difesa, sia militare sia civile, che in questo momento così particolare per il Paese si sta impegnando in prima linea mettendo in campo professionalità e generosità.

LEGGI ANCHE: Addio al giornalista sportivo Franco Lauro.

Un percorso nell’arma lungo quasi 40 anni

Claudio Santoro ha trascorso gran parte della sua vita con indosso la divisa dell’Arma. Carabiniere dal 1981, aveva assunto l’incarico di brigadiere capo da pochi mesi, a seguito di una lunga esperienza presso l’Aliquota Radiomobile di Lucera e di Vico Gargano, Comuni in provincia di Foggia.

Nel corso della sua lunga carriera, Santoro ha prestato servizio anche presso le stazioni dei carabinieri di Vieste e di Presicce. Il brigadiere capo pugliese, inoltre, ha vestito la divisa dell’Arma presso il 32° Stormo dell’AM di Amendola.

L’uomo, la cui dipartita è stata oggetto di condoglianze anche da prte del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, era in servizio presso in Nucleo Comando Separato. Lascia due figlie e una compagna. In queste settimane di emergenza, l’Arma dei Carabinieri ha dovuto dire addio a diversi suoi uomini. Oltre a Santoro, negli ultimi giorni se ne è andato l’appuntato scelto Mario Soru.

LEGGI ANCHE: Separati dal Coronavirus, marito e moglie si riabbracciano in ospedale