Coronavirus: allo zoo di Hong Kong i panda si accoppiano dopo 10 anni di tentativi

I due esemplari hanno approfittato dell’inedita privacy.

Con l’Ocean Park di Hong Kong chiuso a causa del Coronavirus, i panda ne hanno approfittato e, dopo dieci anni di tentativi, si sono accoppiati. Gli esperti del giardino zoologico della città hanno affermato alla BBC che i panda hanno iniziato a provarci nel 2010, ma con scarso successo. Con l’Ocean Park chiuso al pubblico, a quanto pare la coppia ha sfruttato l’inedita situazione di privacy

Il personale entusiasta all’idea di un baby panda

Potrebbe arrivare presto un baby panda allo zoo di Hong Kong? Come rivelato dal direttore esecutivo della struttura Michael Boos, il personale di Ocean Park è entusiasta al pensiero di accogliere un piccolo e tenerissimo panda nei prossimi mesi. In una nota, Boos ha affermato che le probabilità di gravidanza naturali sono maggiori con un accoppiamento naturale rispetto alle procedure di fecondazione artificiale.

Ricordiamo che la stagione dell’accoppiamento per i panda cade nel lasso di tempo compreso tra il mese di marzo e il mese di maggio. In quel periodo, il team di veterinari del parco è sempre alla ricerca di segni di accoppiamento.

I guardiani dello zoo hanno prestato molta attenzione ai livelli ormonali dei panda per monitorare il momento perfetto per l’accoppiamento naturale. Alla fine del mese di marzo, i due esemplari che vivono presso l’Ocean Park hanno iniziato a ‘flirtare’.

LEGGI ANCHE: Custode dello zoo sbranata da una tigre

Cosa sapere sulla gravidanza del panda

La gravidanza del panda può essere rilevata tramite gli ultrasuoni 14/17 giorni prima della nascita dei cuccioli. Per quanto riguarda la durata, ricordiamo che può arrivare fino a 10 mesi. Questo significa che potrebbe volerci un po’ di tempo prima che il personale del parco possa vedere i risultati di questo accoppiamento naturale.

Boos, nel corso di alcune dichiarazioni rilasciate alla BBC, ha affermato di sperare di riuscire a portare notizie meravigliose relative alla gravidanza e di dare un contributo alla conservazione della fragile specie dei panda.

LEGGI ANCHE: Tigre positiva al Coronavirus allo zoo del Bronx