Coronavirus: altre 3 vittime in Italia, tutti in Lombardia

Salito a 10 il numero dei morti in Italia per il COVID-19.

È salito al 10 il numero delle vittime italiane associate al Coronavirus. Lo ha annunciato nella conferenza stampa delle 18 il capo della Protezione Civille, Angelo Borrelli, commissario del governo per l’emergenza COVID-19.

I tre nuovi decessi sono avvenuti nelle ultime ore in Lombardia, e «si tratta di due maschi, uno di 84 e l’altro di 91 anni, e di una donna di 83 anni», dunque «parliamo di una popolazione adulta e questo dimostra, anche dalla statistica dei decessi, come si confermi il fatto che questa patologia colpisce prevalentemente, in termini di mortalità, persone di una certa età».

Il triplice decesso è stato confermato da Giulio Gallera, assessore al Welfare, specificando che il 91enne era di Codogno e l’83enne di San Fiorano, entrambi quindi della provincia di Lodi. L’84enne, invece, era di Nembro, comune della provincia di Bergamo.

Intervistato da SkyTg24, il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, ha affermato: «Si tratta di anziani, tutti e tre con patologie importanti. Anche per queste ragioni abbiamo preferito lasciare all’Istituto Superiore della Sanità capire in quali episodi il Coronavirus sia stato determinate, in quale collaterale, in quali ininfluente».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, primo caso positivo in Liguria.

Da rimarcare, infine, le parole di Giovanni Rezza, direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità: «In Italia c’è una popolazione anziana e si spiegano così i tassi di mortalita’ del 2-3%. Gli anziani sono più fragili, lo vediamo con l’influenza. Da quest’ultima possiamo proteggerli con il vaccino; non essendoci il vaccino per il Coronavirus c’è la mortalità».

E ancora: «Quando ci sono patologie o infezioni come Coronavirus o altre, che tendono soprattutto a essere gravi in persone più anziane e malandate, con patologie croniche, non sappiamo se muoiono per Coronavirus o per altre patologie. Non possiamo dire che per fortuna il Coronavirus colpisce soprattutto persone anziane, sarebbe troppo cinico tenendo conto che abbiamo una popolazione molto anziana in Italia».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, nuovi casi in Italia ma Fontana: “Poco più forte di un’influenza”