Coronavirus: come sta l’attore Idris Elba?

Il divo di Hollywood ha ufficializzato la positività del tampone nei giorni scorsi.

Il Coronavirus ha colpito anche le star di Hollywood. Dopo Tom Hanks e la moglie Rita, che sono stati dimessi dall’ospedale, ad annunciare la diagnosi di positività è stato l’attore Idris Elba.

La rivelazione con un video su Twitter

Idris Elba ha reso nota la sua positività al tampone per il Coronavirus tramite un video pubblicato tre giorni fa sul suo account Twitter.

Il divo, conosciuto al grande pubblico per la sua partecipazione alla saga Avengers e per la serie Luther, ha dichiarato di non avere sintomi ma di aver deciso di mettersi in quarantena subito dopo aver scoperto il risultato del tampone.

L’attore, che ha conquistato due anni fa la prima posizione nella classifica degli uomini più sexy del mondo secondo la rivista People, ha invitato i suoi follower a comportarsi in modo responsabile, rispettando le regole relative alla distanza sociale e lavandosi le mani.

Come sta Idris Elba?

Dopo questo annuncio iniziale, Idris Elba ha continuato ad aggiornare i suoi fan in merito alle condizioni di salute. Lo ha fatto sempre tramite il suo seguitissimo account Twitter. Qui, nella giornata del 17 marzo, ha pubblicato un video in cui invita a smettere di inviargli messaggi incentrati su teorie di cospirazione relative all’origine del Coronavirus. Ha inoltre chiarito il motivo per cui, pur non avendo sintomi, è stato sottoposto al test (per motivi di lavoro è entrato in contatto con una persona positiva).

LEGGI ANCHE: Coronavirus: cosa cambia per chi deve ricevere la pensione?

Anche Olga Kurylenko positiva

Nei giorni scorsi, anche l’ex Bond Girl Olga Kurylenko ha dichiarato di essere positiva. L’attrice ucraina, classe 1979, ha dato la notizia su Instagram tre giorni fa, invitando i suoi follower a prendere la cosa seriamente.

Nella giornata di ieri ha pubblicato un altro post nel quale afferma di non avere più la febbre, dichiarando di aver ricevuto dai medici l’indicazione di assumere paracetamolo qualora la temperatura corporea si fosse alzata troppo e nell’eventualità dell’insorgenza di dolori difficili da sopportare.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: a 32 anni muore Fabrizio Marchetti, la vittima italiana più giovane