Coronavirus è in Europa: primo caso di contagio confermato in Germania

Il primo caso accertato in Europa riguarda un 33enne bavarese.

La situazione relativa al coronavirus si fa sempre più allarmante. Il bilancio dei morti è infatti salito a 106. Per quanto riguarda invece i numeri dei contagi, si parla di 4000 soggetti. A preoccupare sono anche le notizie che parlano del primo caso positivo in Germania.

primo-caso-coronavirus-germania

Il primo paziente del coronavirus in Germania

La presenza del primo caso di coronavirus sul territorio della Germania è ormai ufficiale. A dare la notizia è stata l’agenzia stampa DPA (Deutsche Presse Agentur). Il paziente coinvolto è un uomo rimasto contagiato da una partner di business cinese che si era recata presso l’azienda Webasto, colosso tedesco attivo nell’ambito della fornitura di componenti per autoveicoli e mezzi motorizzati, per un corso di aggiornamento. La donna non presentava sintomi. Secondo quanto riportato dalle autorità sanitarie tedesche, il paziente si trova in condizioni stabili.

L’uomo è stato messo in isolamento

A fornire informazioni sulle condizioni del paziente zero del coronavirus in Germania ci hanno pensato i portavoce del LGL (Ufficio di Stato per la salute e la sicurezza alimentare) sottolineando che l’uomo, sottoposto a monitoraggio costante, è stato messo in isolamento.

L’imprenditore è ricoverato presso la Clinica Schwabing, l’unica struttura sanitaria della Baviera in grado di mettere a disposizione un reparto strutturato orientato al trattamento delle malattie altamente infettive.

Le persone che negli ultimi giorni sono entrate in contatto con il paziente sono state adeguatamente informate in merito ai sintomi preoccupanti, alle vie di trasmissione e alle migliori misure igieniche da mettere in atto.

Il rischio per la popolazione della Baviera è basso

Il caso del paziente bavarese, che rappresenta il secondo contagio ufficiale del virus fuori dalla Cina (il primo è legato a un paziente vietnamita), ha ovviamente suscitato ancora più preoccupazione, esacerbando un clima già di base non tranquillo (in tutto il mondo sono state annullate parate per il capodanno cinese).

A rassicurare la popolazione ci hanno pensato ancora una volta gli esperti di LGL, specificando che il rischio di contagio per la popolazione bavarese è allo stato attuale è basso.

Il caso sospetto a Pistoia

Nelle prime ore di stamattina, una turista cinese facente parte di una comitiva ferma in un’area di servizio autostradale del pistoiese ha avuto un malore. La donna, 52 anni, è stata ricoverata nel reparto malattie infettive dell’ospedale San Jacopo. I medici stanno mettendo in atto tutti gli accertamenti finalizzati ad appurare il contagio da parte del coronavirus partito da Wuhan. L’area di servizio, che si trova sull’A11, è stata subito isolata.