Coronavirus, Fontana: “In questi giorni numeri che non lasciano tranquilli”

Le parole del presidente della Regione Lombardia

Attilio Fontana

Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, nel corso di un incontro al Meeting di Rimini, ha affermato: «In questi giorni si stanno vedendo numeri che non lasciano del tutto tranquilli, anche se credo che sia una situazione che deriva dall’importazione di virus che provengono da lontano. Dobbiamo tenerla sotto controllo, quindi il lavoro di monitoraggio territoriale al quale i nostri tecnici stanno dedicando grandissima attenzione è fondamentale per individuare e circoscrivere i focolai».

Per il governatore Lombardo bisogna «predisporre una rete di carattere strutturale che consenta lo svolgimento delle attività ordinarie ma anche essere pronti e preparati a ogni evenienza. Si parla di programmazione che in questo Paese molte volte viene vista come negativa».

«Dovremo – ha aggiunto – investire nelle assunzioni, dobbiamo cercare di organizzare una rete territoriale, di continuare a investire nel miglioramento tecnologico dei nostri ospedali. Credo che la sanità pubblica debba essere il punto di riferimento di tutta la sanità del nostro paese. Si deve investire nella formazione e dare più spazio anche al fatto che ci sia un maggior numero di medici che possano laurearsi e specializzarsi». Inoltre, secondo Fontana «bisognerà avere il coraggio di cercare di rendere più rapide le procedure di questo paese».

Il governatore della Lombardia ha anche affermato: «Se fossimo partiti con quella maggiore autonomia che chiediamo da tempo si sarebbero potuti sicuramente evitare degli errori e avremmo avuto una squadra più forte e compatta. Io dall’inizio del mandato chiedevo al governo di poter assumere medici e infermieri, ma una legge nazionale me lo impediva. Se lo avessimo potuto fare avremmo potuto dare una risposta migliore».

LEGGI ANCHE: Focolaio di coronavirus al Billionaire di Flavio Briatore.