Coronavirus, i vaccini cinesi potrebbero essere disponibili a novembre

A dirlo un funzionario dei CDC del Paese orientale.

I vaccini contro il Coronavirus in fase di sviluppo nei laboratori cinesi potrebbero essere disponibili già a novembre. A farlo sapere ci ha pensato un funzionario dei CDC (Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie) del Paese orientale. Attualmente, la Cina ha quattro progetti di vaccini nella fase finale degli studi clinici.

Tre di questi sono già stati somministrati a lavoratori impiegati in servizi essenziali per la comunità a luglio, nell’ambito di un programma di gestione dell’emergenza lanciato la scorsa estate. Gli studi clinici di fase 3 stanno procedendo nel migliore dei modi e i vaccini potrebbero essere distribuiti al grande pubblico già nei mesi di novembre e dicembre.

LEGGI ANCHE: “Non puoi entrare, non hai la mascherina”: ma è un ragazzo con l’autismo

L’intervista di Guizhen Wu

A fornire questa informazione ci ha pensato, come già detto, Guizhen Wu, esperto di biosicurezza dei CDC cinesi. Wu, inoltre, ha affermato di non aver avuto sintomi problematici a seguito dell’inoculazione di un vaccino che gli è stato somministrato nel mese di aprile. Non ha però specificato di quale vaccino si trattasse.

Le società Sinopharm e Sinovac Biotech, quest’ultima quotata negli USA, stanno sviluppando i tre vaccini nell’ambito di un programma statale per la gestione dell’emergenza. Un quarto vaccino, sviluppato da CanSino Biologics, è stato approvato a giugno per la somministrazione ai membri delle Forze Armate cinesi.

Nel mese di luglio, Sinopharm ha dichiarato che il suo vaccino potrebbe essere pronto per la distribuzione al pubblico già a fine anno, con la conclusione della fase 3 dello studio.

LEGGI ANCHE: Bimbo si ammala dopo il vaccino: il padre picchia il medico