Coronavirus, il Governo ha deciso: scuole e università chiuse in tutta Italia

Si tratta di una misura drastica per contenere l’epidemia su tutto il territorio nazionale

Scuole e università chiuse in tutta Italia fino alla metà di questo mese (15 marzo) per l’emergenza coronavirus. Lo ha decretato il Governo, come si è appreso da fonti dell’esecutivo.

La chiusura di scuole e università, decisa dall’esecutivo durante il vertice a Palazzo Chigi, ha effetto immediato, quindi da domani, giovedì 5 marzo.

Intanto, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, continuerà gli incontri sull’emergenza coronavirus incontrando, oggi, alle 16 i presidenti di Regioni e alle 18 le parti sociali. Previste nuove misure drastiche per contenere l’epidemia.

Matteo Salvini, leader della Lega, ha affermato: «Urgente stanziare aiuti economici per i genitori che lavorano e che con le scuole chiuse hanno problemi con i figli a casa».

E Attilio Fontana, governatore della Lombardia, ha dichiarato: «Finalmente da Roma a Milano tutti hanno preso consapevolezza di quella che è realmente la situazione. Le notizie secondo cui il Consiglio dei ministri ha deciso di chiudere le scuole fino a meta’ marzo confermano che la linea assunta da subito dalla Regione Lombardia era quella corretta, l’unica per fronteggiare davvero il diffondersi del virus. Ora più che mai bisogna remare tutti nella stessa direzione, senza polemiche per tutelare la salute dei cittadini».

Poi, Giorgia Meloni, leader di Fratelli D’italia, intervenendo a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio 1, ha detto: «Adesso serve di lavorare, ho qualche idea, dobbiamo aiutare le famiglie per dove tenere i figli. Non giudico il provvedimento, bisogna trovare un modo, o misure tipo congedo parentale eccezionale, o contributi per avvalersi di un collaboratore, un rimborso economico per una baby sitter. Non tutti hanno i nonni disponibili».

Parlando ai giornalisti fuori da Palazzo Chigi, però, la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha detto: «Nessuna decisione sulle scuole è stata presa. Non c’è alcuna chiusura per il momento».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, qual è la differenza tra epidemia e pandemia?