Coronavirus, il presidente dell’INPS: “Pensioni? No problemi di liquidità fino a maggio”

Cos’ha detto Pasquale Tridico a diMartedì (La7). Ira dei sindacati.

Il presidente dell'INPS, Tridico.

«Abbiamo i soldi per pagare le pensioni fino al momento in cui è stato sospeso il pagamento dei contributi. Quindi, fino a maggio non c’è problema di liquidità anche perché possiamo accedere a un tesoretto che è il Fondo di Tesoreria dello Stato. Dopo di che immagino che in Aprile ci sarà un altro decreto che dovrà dire cosa succederà alla sospensione dei contributi».

Così Pasquale Tridico, presidente dell’INPS, in un’intervista rilasciata ieri, martedì 25 marzo, a diMartedì, il programma condotto da Giovanni Floris su La7.

Tridico ha fatto riferimento al Decreto Cura Italia che ha sospeso i contributi previdenziali fino al 31 maggio.

Duro il commento di Ivan Pedretti, segretario generale dello Spi – Cgil: «Spiace constatare in questa fase di così grande emergenza l’atteggiamento incauto da parte del presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, che in diretta tv ieri sera paventava un rischio di liquidità da maggio per il pagamento delle pensioni».

«Il suo allarmismo – ha proseguito il sindacalista – non serve e rischia di mettere in apprensione milioni di pensionati, peraltro già pesantemente colpiti dalle conseguenze del coronavirus. Il presidente pensi piuttosto a come fare per evitare che ciò accada e si risparmi queste uscite inutili e dannose».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, rinviato il referendum per il taglio dei parlamentari.

Non sono piaciute le parole di Tridico neanche a Piero Ragazzini, segretario generale della CISL pensionati: «Le dichiarazioni del presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, creano solo allarmismo e ansia. È per questo che gli chiediamo di fare immediatamente chiarezza al fine di ristabilire la tranquillità senza creare disagi ulteriori ai danni dei nostri pensionati»

«Non è accettabile – ha aggiunto Ragazzini – che il presidente dell’Istituto di previdenza sociale faccia dichiarazioni del genere in un momento così critico e drammatico per il nostro Paese, facendo intravedere l’ipotesi della impossibilità di erogare le pensioni da maggio in poi a causa del mancato pagamento dei contributi per l’emergenza Coronavirus. Chiediamo quindi al presidente Tridico di fare chiarezza, evitando di creare apprensioni e allarmismi inutili che in questo momento risultano deleteri e pericolosi».

Tridico, però, parlando stamattina a Raiuno, ha dichiarato: «L’Inps ha tutta la liquidità necessaria per far fronte a tutte queste istanze e questo non pregiudica il pagamento delle pensioni».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l’esercito spagnolo trova morti nelle case di riposo.