Coronavirus, il virologo Pregliasco: “Ad agosto spiagge mezze vuote”

Le parole del virologo dell’Università degli Studi di Milano.

Fabrizio Pregliasco
L'epidemiologo Fabrizio Pregliasco

«Se immagino il prossimo agosto vedo delle spiagge mezze vuote, con distanze di sicurezza, contingentamento e quant’altro. Perché davvero io credo che il rischio di una seconda ondata sia alle porte in diversi contesti regionali, perché in Lombardia, la bergamasca, purtroppo, che è stata in qualche modo devastata da questo tsunami, ha fatto acquisire a una quota di persone un’immunità».

Così il virologo Fabrizio Pregliasco,virologo dell’Università degli Studi di Milano e direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi, intervenuto a Rai Radio2.

E ancora: «Nelle altre zone, per fortuna, l’azione per loro anticipata di questo lockdown ha preservato un bel po’ di persone ancora suscettibili. Quindi la necessità di continuare un’azione di stringenza, però combinata ad un’azione a livello domiciliare, di individuazione dei casi, dei contatti stretti, per poter bloccare quelli che potrebbero essere focolai che tentano di riemergere».

Sui virologi troppo mediatici, però, è intervenuto oggi Sergio Venturi, commissario per l’emergenza coronavirus in Emilia Romagna: «C’è qualche virologo che passa più tempo in tv che nei laboratori».

«Non saranno loro a decidere quando riaprire» poiché sarà esclusivamente «una scelta politica di chi dovrà assumersi questa responsabilità». L’ex assessore ha sottolineato poi come «quelli che stanno a casa oggi possano perdere la dignità», indicando nel 3 maggio la data a cui i cittadini devono fare oggi riferimento.

LEGGI ANCHE: Coronavirus in Italia: 570 morti nelle ultime 24 ore.