Coronavirus: in Germania vietati assembramenti di più di due persone

La cancelliera Merkel, attualmente in quarantena, si è complimentata con i tedeschi per come stanno rispettando le regole.

La Germania vieta gli assembramenti di più di due persone con lo scopo di tenere sotto controllo l’emergenza Coronavirus. Come evidenziato dalla cancelliera Angela Merkel, la restrizione non si applica ai componenti della stessa famiglia.

Oltre 22.000 contagi in tutto il Paese

Il Coronavirus in Germania ha infettato oltre 22.000 persone. Come evidenziato dal Premier del Land Nord Reno-Westfalia, una delle zone più colpite, il pericolo principale è l’interazione sociale diretta. Armin Laschet ha altresì aggiunto che il Governo e gli Stati Federati avevano concordato regole ancora più severe rispetto a quelle che sono state effettivamente promulgate.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Mentana contro Conte: “Non può comunicare in questo modo”

Annunciando le nuove restrizioni, Angela Merkel ha ringraziato e sottolineato che la maggior parte degli tedeschi sta rispettando scrupolosamente le regole di distanziamento sociale. La cancelliera tedesca, che ha confermato di essere in quarantena in quanto un medico che le ha somministrato una vaccinazione è risultato positivo al Covid-19.

Angela Merkel si è detta commossa per il rispetto che la popolazione sta mostrando verso le regole. La cancelliera ha fatto presente che in questo modo si mette in primo piano l’assistenza agli anziani e ai malati, le persone più deboli della società e più vulnerabili al virus.

“Stiamo salvando vite umane”: queste le parole di Angela Merkel, che ha ribadito la centralità del distanziamento sociale ai fini della prevenzione del contagio da Coronavirus. Per quel che concerne le violazioni agli ordini restrittivi, fino ad ora sono state molto poche. Come rivelato dalla testata Die Welt, la maggior parte sono relative alla zona del Saarland, con circa 20 persone denunciate nel corso della notte tra domenica e lunedì.

Il vice cancelliere e ministro delle finanze Olaf Scholz ha dichiarato che, pur comprendendo la necessità di aria fresca da parte dei cittadini, è rimasto molto deluso nel vedere piccoli casi di persone che sono andate contro le linee guida del Governo e si sono riunite in gruppi.

LEGGI ANCHE: Attività chiuse e aperte per il Coronavirus: la lista definitiva