Coronavirus in Italia, c’è la quarta vittima: è un 84enne

L’uomo è deceduto all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo

Purtroppo, dobbiamo registrare la quarta vittima in Italia per il coronavirus: si tratta di un 84enne che è deceduto la notte scorsa all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dov’era ricoverato, affetto da altre patologie.

Lo ha comunicato la Regione Lombardia.

Nella notte, inoltre, sono salite a 150 le persone contagiate in Lombardia. Rispetto all’ultimo aggiornamento di ieri sera, domenica 23 febbraio, sono quindi 38 i nuovi casi.

Da Palazzo Lombardia hanno fatto anche sapere che coloro che riscontrino sintomi influenzali o problemi respiratori non devono andare in pronto soccorso ma devono chiamare il numero verde unico regionale 800.89.45.45 che valuterà ogni singola situazione e spiegherà che cosa fare. Per informazioni generali chiamare invece il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, terza vittima in Italia: una donna di Cremona.

Intervenendo a RTL 102.5, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha affermato: «Se devo essere sincero nessuno pensava che la diffusione fosse così aggressiva. Non la malattia, la diffusione. La malattia non va presa sottogamba, ma assolutamente non è grave. Non pensavamo che la diffusione del contagio avesse questa aggressività».

Mentre ai microfoni di Radio anch’io, su Rai Radiouno, Fontana ha affermato: «Non è stato fatto nessun errore, si è intervenuti con grande determinazione, è risultato strano per tutti che ci sia stata una così rapida diffusione. Non si riesce a capire anche perché si è concentrato in quella zona».

Infine, la Cina ha riportato ieri150 morti da Coronavirus e 409 nuovi casi di infezione accertati. Lo si apprende dall’aggiornamento quotidiano fornito dalla Commissione sanitaria nazionale.

LEGGI ANCHE: Coronavirus in Italia, le comunicazioni della Protezione Civile.