Coronavirus in Lombardia, 76 morti e 1.865 casi in 24 ore (I DATI)

I dati aggiornati dall’assessore al welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera.

«In Lombardia ci sono 11.685 positivi, con un incremento di 1.865. Abbiamo 4.898 persone ospedalizzate (più 463 rispetto a ieri), le persone in terapia intensiva sono 732 con un incremento di 85. E i decessi sono 966 con un incremento di 76».

Così l’assessore al welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera durante la consueta conferenza stampa per fare il punto sul coronavirus. «I numeri evidenziano una crescita della diffusione del contagio. Una crescita costante, con un leggero incremento», ha spiegato l’assessore.

La Regione Lombardia, ha aggiunto Gallera, «sta continuando a svuotare gli ospedali con maggiore pressione» per l’emergenza coronavirus, tanto che «oggi siamo arrivati al punto che non abbiamo più autombulanze, aspetteremo a tarda serata per gli spostamenti, ma la macchina si è messa in moto già in maniera straordinaria».

L’assessore ha poi detto che la Regione Lombardia avrà anche la possibilità di assumere personale medico estero, unico requisito sarà l’iscrizione all’ordine dei medici nel Paese di origine e senza dover riconoscere l’equipollenza dei titoli di studio.

Sarebbero stati avviati già contatti con il Venezuela che avrebbe già fornito una lista di medici disponibili ma ci sarebbe la disponibilità anche da Cina e Cuba. «Il tema del personale è la grande criticità», ha spiegato l’assessore.

«Ogni giorno è sempre più complicato e difficile perché il livello di saturazione dei nostri presidi è estremamente alto ma il sistema sta reagendo con tutte le capacità che ha, con forza e efficienza», ha detto Gallera.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, De Cecco ha donato 250mila euro per gli ospedali veneti.