Coronavirus isolato a Roma, anche la TV cinese loda i ricercatori italiani

Su Twitter la CGTN ha parlato della scoperta allo Spallanzani.

Anche la televisione cinese CGTN ha lodato l’INMI – l’Istituto Nazionale Malattie Infettive – Lazzaro Spallanzani di Roma che ha isolato il virus responsabile dell’infezione Coronavirus.

LA TV cinese, infatti, ha parlato di «grande significato», dando la notizia su Twitter che «l’Italia segnala che il laboratorio dell’istituto nazionale per le malattie infettive ha isolato il #2019nCiv».

Uno straordinario successo dei ricercatori italiani comunicato stamane – domenica 2 febbraio – da Roberto Speranza, ministro della Sanità, che si è recato insieme ad Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio, all’Inmi.

Speranza, parlano alla stampa, ha affermato: «Sono qui per esprimere vicinanza e ringraziamento ai medici dello Spallanzani, e proprio oggi abbiamo la notizia che allo Spallanzani è stato isolato il Coronavirus. Una notizia molto importante di rilevanza internazionale».

E ancora: «Questo risultato significa avere molte più chance di capire, di studiare, siamo molto orgogliosi che il nostro Paese abbia raggiunto questo obiettivo, le nostre conoscenze saranno messe a disposizione della comunità internazionale».

LEGGI ANCHE: Cina, aperto il primo ospedale in tempi record per il coronavirus.

Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’ospedale Spallanzani, ha dichiarato: «Aver isolato il virus tempestivamente pone l’Italia in una posizione di vantaggio perché diventa un interlocutore incredibile».

I ricercatori hanno anche spiegato che si è trattato di «un passo fondamentale che permetterà di perfezionare i metodi diagnostici esistenti ed allestirne di nuovi».

Inoltre, la disponibilità nei laboratori del nuovo agente patogeno «permetterà di studiare il meccanismo della malattia per lo sviluppo di cure e la messa a punto del vaccino. La sequenza parziale del virus isolato nei laboratori dello Spallanzani, denominato 2019-nCoV/Italy-INMI1, è già stata depositata nel database GenBank, ed a breve anche il virus sarà reso disponibile per la comunità scientifica internazionale».

LEGGI ANCHE: Piedi gonfi e stanchi: cause e rimedi.