Coronavirus, le parole scioccanti del presentatore tv olandese: “Inutile salvare anziani obesi e fumatori”

Jort Kelder, presentatore tv olandese, ha acceso una polemica fortissima dicendo la sua sugli anziani affetti da Coronavirus.

Jort Kelder è un presentatore televisivo olandese il cui nome fino a qualche giorno fa non diceva nulla a molti. Nei giorni scorsi, parlando dell’emergenza Coronavirus ha rilasciato delle dichiarazioni che hanno letteralmente scioccato il mondo.

Le terribili parole

Stiamo salvando gli ottantenni obesi che fumano. È bene bilanciare gli interessi, chissà quanti danni economici comporterà il salvataggio di persone che sicuramente potrebbero morire entro due anni”: queste le terribili parole del 55enne, giornalista, conduttore televisivo ed ex editore della rivista Quote.

L’uomo, amico stretto del Primo Ministro olandese Mark Rutte (tra i politici maggiormente contrari agli Eurobond e alla mutualizzazione del debito), è stato subito preso di mira sui social. C’è chi, su Twitter – piattaforma dove è molto attivo e dove è seguito da quasi 300mila persone – gli ha caldamente consigliato di andare a fare volontariato in una casa di cura.

LEGGI ANCHE: Dal 14 aprile molte attività riapriranno, ecco la lista

Le scuse (tardive)

Le parole di Kelder hanno destato polemiche in tutto il mondo. Il presentatore televisivo ha dovuto quindi correggere un po’ il tiro delle sue affermazioni, specificando che non aveva intenzione di suggerire di uccidere anziani in condizione di obesità.

Il presentatore televisivo olandese, in un successivo post sul suo profilo Twitter, ha sottolineato che a suo avviso è importante aiutarli ma che bisogna prestare attenzione anche all’economia. Ha altresì fatto presente che è importante pensare alla salute e si è domandato se sia o meno prioritaria rispetto all’economia. Nonostante queste scuse, le polemiche non si sono smorzate.

La situazione del Coronavirus in Olanda

Per quanto riguarda la situazione del Coronavirus in Olanda ricordiamo che, sulla base di dati aggiornati a tre giorni fa, nel Paese erano oltre 20mila i soggetti contagiati e più di 2.200 i morti, 147 in un solo giorno.

LEGGI ANCHE: Mistero in Olanda, i topi si stanno suicidando