Coronavirus, è salito il numero delle vittime in Italia e i contagiati ora sono 219

L’ultimo aggiornamento sull’emergenza COVID-19 in Italia.

Sono salite a sei le persone morte per il Coronavirus in Italia. Dopo l’84enne morto all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, deceduto la scorsa notte, si è spento anche un 88enne di Caselle Landi.

La sesta vittima, invece, è una donna di Crema risultata positiva al COVID-19. Si tratta di una paziente oncologica e il quadro clinico era già compromesso.

Si era diffusa la notizia che l’anziana fosse deceduta agli Spedali Civili di Brescia ma «in merito alla notizia diffusa dagli organi di stampa in relazione ad una morte agli Spedali Civili di Brescia, sentita la sirezione sanitaria dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale, Regione Lombardia smentisce tale informazione, precisando che in tale struttura non si è verificato alcun decesso». È quanto comunicato dalla Regione Lombardia.

Come precisato dal capo della Protezione Civile e commissario straordinario all’emergenza, Angelo Borrelli, il conto totale dei contagiati in Italia è salito a 219, di cui 167 soltanto in Lombardia. Poi ci sono i 27 del Veneto, i 18 dell’Emilia Romagna, i quattro in Piemonte e uno nel Lazio. «Non si ha notizia di nuovi focolai», ha aggiunto Borrelli.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, trovato il paziente zero che lo ha diffuso in Veneto?

Per quanto concerne, invece, la quarta vittima – quella deceduta la scorsa notte a Bergamo – abitava Villa di Serio, piccolo centro della valle Seriana ed era già affetto da pregresse patologie. Sabato scorso, 22 febbraio, l’84enne si era presentato all’ospedale di Alzano Lombardo, il più vicino da casa sua, ed è stato sottoposto al test per il coronavirus che ha dato esito positivo, immediatamente poi trasferito al Papa Giovanni di Bergamo, l’unico ospedale del Bergamasco attrezzato per l’epidemia. Lì le condizioni dell’uomo sono peggiorate ed è morto la scorsa notte.

LEGGI ANCHE: Gli sciacalli del Coronavirus, la truffa del tampone a domicilio.