Coronavirus, l’esperto in Tv: “Per il vaccino ci vorranno ancora due anni”

Le parole di Antonio Pesenti, direttore del Dipartimento anestesia ed emergenze del Policlinico di Milano.

«Per il vaccino ci vorranno ancora due anni, dobbiamo solo stare a casa adesso». Così ad Agorà, la trasmissione di Raitre, Antonio Pesenti, direttore del Dipartimento anestesia ed emergenze del Policlinico di Milano.

Pesenti ha anche affermato: «il problema è che il numero di malati è altissimo, un quarto dei malati che va in ospedale deve andare in terapia intensiva. Le previsioni danno per il 26 marzo 20mila malati solo negli ospedali lombardi».

A Radio anch’io, su Rai Radio 1, Gianni Rezza, direttore del Dipartimento di malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità, ha ricordato: «Non è una influenzetta. Io non sono mai sceso in polemiche con colleghi. Ognuno ha le sue opinioni, ma chi ha detto in passato che questa era una influenzetta ha sbagliato e dovrebbe riconoscerlo e fare pubblica autocritica, perché altrimenti la comunità scientifica si divide su cose su cui non si dovrebbe dividere. L’influenza stagionale è un’altra cosa».

[wonderplugin_cond deviceinclude=”android”]

LEGGI ANCHE: Coronavirus in Italia, 133 morti nelle ultime 24 ore

[/wonderplugin_cond]

E ancora: «Abbiamo già in parte gli anticorpi contro quella, abbiamo un vaccino che protegge le persone fragili. Se lo mettano in testa. Altrimenti perché prenderemmo queste misure, perché gli ospedali nelle zone rosse e le terapie intensive sono in sofferenza?».

In un tweet, infine, Beppe Grillo, il fondatore del MoVimento 5 Stelle ha detto: «La sfida attuale è quella di trovare un vaccino per il Coronavirus. Una volta scoperto, la prossima sfida sarà sicuramente la produzione e la distribuzione in tutto il mondo. Ecco la scoperta di un team di ricerca».

[wonderplugin_cond deviceinclude=”android”]

LEGGI ANCHE: Coronavirus, cosa bisogna sapere sulle mutazioni

[/wonderplugin_cond]