Coronavirus: l’Uzbekistan risarcisce economicamente chi lo contrae

La somma in questione è pari a 3.000 dollari.

uzbekistan

Tra i settori più colpiti dall’emergenza Coronavirus c’è senza dubbio quello del turismo. In queste settimane, abbiamo visto diversi operatori ingegnarsi in diversi modi. Tra i tanti espedienti interessanti, è possibile citare quello dell’Uzbekistan, che ha deciso di ricompensare in denaro i turisti che contraggono il Covid-19 sul suolo del Paese.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: in Giappone i parlamentari si tagliano lo stipendio

3.000 dollari a chi contrae il Coronavirus

Per rassicurare i turisti che hanno intenzione di visitare il Paese, il Presidente dello Stato asiatico ha divulgato un annuncio molto curioso. Cosa diceva di preciso? Che il governo risarcirsce con 3.000 dollari le persone che, durante il loro viaggio in Uzbekistan, contraggono il Covid-19.

Più che di risarcimento si parla di investimento. Nell’annuncio sopra citato, infatti, si legge che il governo del Paese è talmente sicuro delle misure igieniche in atto nel settore turistico da essere pronto a investirci. Come? Con la cifra di cui abbiamo appena parlato, che verrebbe versata a chi contrae il SARS-CoV-2 durante il soggiorno nei Paese.

Non si tratta di un importo casuale, ma della cifra che, approssimativamente, si andrebbe a spendere in caso di ricovero in ospedale per Covid-19. Molto importante è ricordare che si tratta di una misura applicata limitatamente e riguardante solo i turisti provenienti da Cina, Giappone, Corea del Sud e Israele.

Viene da chiedersi quanti siano stati i casi di Coronavirus nel Paese. Attorno alla fine del mese di giugno, si parlava di 8.199 casi e di 23 decessi, cifre che devono essere parametrate al fatto che sono stati effettuati pochi tamponi sui 30 milioni di abitanti.

LEGGI ANCHE: Bill Gates contro il Coronavirus: finanziamento per 7 potenziali vaccini