Coronavirus, mascherine non obbligatorie per i bambini sotto i 6 anni

Lo prevede il nuovo DPCM sulla fase due.

«Non sono soggetti all’obbligo» di indossare le mascherine «i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti».

Lo prevede il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio sulla fase due che ha confermato l’obbligo di mascherine «nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza».

Sanificare le mascherine

LEGGI ANCHE: Dormire sul lato sinistro del corpo: tutti i benefici.

Si è appreso poi che le mascherine da 0,50 euro che il Governo ha preannunciato saranno vendute con prezzo calmierato e vanno utilizzate «in ambienti confinati» e non solo.

Lo ha spiegato il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) Silvio Brusaferro in conferenza stampa alla Protezione Civile.

Le mascherine, ha spiegato l’esperto, ha come «prima funzionalità ridurre o limitare l’emissione di droplet (goccioline, n.d.r.) da parte di chi le porta» e quindi «proteggono soprattutto gli altri rispetto al nostro potenziale essere positivi».

La mascherina va usata «in luoghi chiusi dove è difficile mantenere il distanziamento sociale, così come nei mezzi di trasporto, ma questo vale anche in alcuni ambienti aperti: se siamo da soli in mezzo al parco non serva, ma se invece aspettiamo alla fermata dell’autobus anche all’aperto può essere utile la mascherina. Va usata in tutte le occasioni in cui non riusciamo a mantenere il distanziamento».

L’uso della mascherina, ha precisato Brusaferro, «non deve dare false sicurezze: lavaggio mani e distanziamento sono le misure più importanti, con la mascherina si riduce ulteriormente la probabilità di diffusione».

LEGGI ANCHE: Anche i fidanzati e gli amici sono congiunti? La precisazione di Conte.