Coronavirus: muore a 34 anni dopo aver visitato Disney World e gli Universal Studios

Jeffrey Ghazarian se ne è andato giovedì.

Jeffrey Ghazarian è morto giovedì mattina in un ospedale di Pasadena, negli Stati Uniti d’America. L’uomo aveva 34 anni e, a detta dei familiari, ha trascorso 5 giorni attaccato a un respiratore. Come ricordato dalla sorella a TMZ, ha sofferto molto e ha combattuto.

I giorni che hanno preceduto il suo ricovero dovrebbero far riflettere molte persone. Come rivelato sempre dalla famiglia, il giovane, lo scorso 2 marzo, aveva volato da Los Angeles a Orlando per motivi di lavoro. 

A quanto pare, ha deciso di prendersi qualche giorno in più in compagnia degli amici per visitare Disney World e gli Universal Studios. Il 7 marzo ha iniziato a tossire. Il giorno dopo ha cominciato a tossire sangue.

Tornato a Los Angeles, dopo essersi accorto di avere la febbre alta si è recato immediatamente al pronto soccorso. Sempre sulla base di quanto rivelato dalla famiglia a TMZ, al giovane è stata diagnosticata una polmonite dai sanitari ed è stato rimandato a casa con l’indicazione di mettersi in quarantena fino all’arrivo dell’esito del test per Covid-19.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: a Vigevano famiglia cinese regala mascherine a tutto il condominio

La conferma della positività e il peggioramento

Il 13 marzo è arrivata la conferma della positività e Jeff è stato dotato di un misuratore di ossigeno portatile. Nel pomeriggio del giorno appena ricordato, la sua situazione è peggiorata drasticamente. Il 14 marzo il ragazzo è stato ricoverato in ospedale e rapidamente trasferito in terapia intensiva. Qui i medici hanno scoperto che i suoi polmoni avevano perso il 60/70% della propria efficienza.

A fronte di questo quadro clinico hanno deciso di intubarlo e sedarlo, con la speranza che la ventilazione potesse aiutarlo a guarire. Nonostante questo, il giovane è deceduto giovedì sera. I sanitari lo hanno descritto come un paziente ad alto rischio con una storia clinica caratterizzata da problemi di asma fin da bambino. Ricordiamo altresì che, sempre secondo quanto riporta TMZ, il giovane aveva subito un intervento per un cancro ai testicoli nel 2016.

LEGGI ANCHE: Medico in pensione contro il Coronavirus: “A Bergamo serve una mano”