Coronavirus, muore subito dopo la nascita dei suoi due gemelli: “Era il suo sogno diventare mamma”

È successo a Larissa Blanco, la sua triste storia arriva dal Brasile.

Larissa Blanco
Larissa Blanco, dal suo profilo Facebook

Larissa Blanco viveva in Brasile, uno dei Paesi maggiormente colpiti dalla pandemia, con oltre 60 mila decessi. Purtroppo muore subito dopo la nascita dei suoi due gemelli. La donna, appena 24enne, ha avuto una emorragia. Lo stato di debolezza causato dal Coronavirus non le ha consentito di contrastare e superare la perdita di sangue.

Si è ammalata circa due settimane prima del parto. La giovane donna, secondo quanto scritto dai media locali, viene ricoverata il 27 giugno all’ospedale di San Paolo. Purtroppo, però, muore subito dopo la nascita dei suoi due gemelli, Guilherme e Gustavo. A nulla sono serviti gli sforzi dei medici.

«Era il sogno di Larissa diventare mamma»: ha raccontato Diego Rodrigues, il giovane marito dell’ennesima vittima del Covid-19. E ancora: «Ero in sala parto e stava nascendo il primo dei nostri figli. Larissa ha visto il suo bellissimo viso, si è commossa, era il suo sogno diventare mamma».

Larissa Blanco 🥺😭

Pubblicato da Claudia X Clovis su Mercoledì 1 luglio 2020

LEGGI ANCHE: L’appello di Jennifer Aniston: “Indossate questa stramaledetta mascherina”

Superata una piccola complicazione nasce anche il secondo bimbo. A questo punto il neo papà segue i neonati in un’altra stanza e Larissa rimane da sola. «I medici mi hanno detto che per via del Covid era troppo debole, per questo non ce l’ha fatta»: ha dichiarato Diego, distrutto dal dolore e rimasto solo a crescere i due figli.

«Dio ci ha lasciato due angioletti dei quali prendermi cura, per darmi forza. Ho pianto tantissimo non appena li ho visti»: ha concluso. Spiegando anche come lui sia risultato positivo al Coronavirus. Per fortuna, però, non ha avuto gravi conseguenze a seguito dell’infezione.

La pandemia da Covid-19 ad oggi ha provocato 1.448.753 casi e più di 60 mila morti. Il Brasile, insieme all’India, è uno dei Paesi maggiormente colpiti e ancora in una fase critica, anche a causa di un sistema sanitario non all’altezza dell’emergenza.

LEGGI ANCHE: Il coronavirus dell’occidente è mutato, la scoperta di uno studio.