Coronavirus: neonato di Londra è il più giovane contagiato al mondo

Il piccolo è stato sottoposto al test subito dopo la scoperta della positività della madre.

Mentre il governo inglese punta sulla strategia dell’immunità di gregge per tenere sotto controllo l’avanzata del Coronavirus, nei giorni scorsi a Londra è venuto al mondo un neonato considerato il più giovane contagiato al mondo. Il piccolo è nato presso il North Middlesex Hospital. Anche la madre è positiva.

Non appena i medici hanno avuto in mano i risultati del tampone della donna, il bambino, come rivelato dal tabloid The Sun, è stato subito sottoposto ai test e pure lui è risultato positivo. I medici stanno cercando di capire se il piccolo ha contratto il virus durante la nascita o nel corso della gravidanza.

Il personale sanitario in autoisolamento

Il personale sanitario che è stato a contatto con la puerpera e con il bambino è stato invitato all’autoisolamento. In generale, le voci più autorevoli della sanità inglese hanno fatto presente che le donne in gravidanza sono a basso rischio, sottolineando che, in linea di massima, vanno incontro solo a sintomi lievi.

Tornando un attimo alla madre e al bambino, ricordiamo che la prima è stata trasferita presso una struttura sanitaria specializzata nel trattamento delle infezioni. Il piccolo, invece, rimane ricoverato presso il North Middlesex Hospital.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: tensione tra podisti e Forze dell’Ordine a Palermo

Le previsioni scioccanti degli esperti della sanità britannica

Secondo gli esperti della Public Health England, l’organismo che rappresenta la sanità britannica, l’80% circa della popolazione britannica verrà contagiata dal nuovo Coronavirus. A detta del Professor Chris Whitty, tra le principali autorità sanitarie del Regno Unito, si stima una mortalità attorno allo 0,6%.

A Londra, dove è sempre più vicina la richiesta agli over 70 di isolarsi per quattro mesi, si parla di una durata della pandemia almeno fino a primavera 2021, con una stima di morti attorno ai 318mila. Secondo le autorità sanitarie britanniche, si potrà apprezzare un rallentamento con l’estate a causa del rallentamento dei ritmi di vita lavorativa.

LEGGI ANCHE: Londra, aggressore accoltella i passanti: la polizia lo uccide