Coronavirus, nuovo test sierologico sicuro al 99%, approvato in tutta Europa

La spedizione dal Regno Unito è prevista per fine maggio.

Simon Clarke, professore associato di microbiologia cellulare presso l’Università di Reading, ha dichiarato che i risultati ottenuto con il nuovo test sierologico sono stati notevoli. «Il test ti dice se sei mai stato esposto al virus e se hai generato una risposta immunitaria. Quello che non può fare è dirti se sei immune o no. Avere anticorpi in sé e per sé non ti dà necessariamente l’immunità protettiva».

Dato che si tratta di una nuova forma di Coronavirus, ancora sconosciuta, i ricercatori non sanno se l’immunità dura nel tempo. I risultati raccolti hanno anche rivelato come «il virus si è spostato attraverso la popolazione».

Test coronavirus positivo
Il test ci dice se abbiamo contratto il virus, ma non se abbiamo sviluppato l’immunità

LEGGI ANCHE: Seconda ondata di Coronavirus in Giappone dopo allentamento lockdown

Il nuovo test sierologico identifica la proteina IgG che il corpo produce con l’infezione da Covid-19, e questa può rimanere in circolo anche per mesi, forse anni. Inoltre ha mostrato una sensibilità superiore al 99%, 14 giorni dopo lo sviluppo dei sintomi, in 73 pazienti positivi.

Sono stati raccolti anche 1.070 campioni negativi. Il test Abbott, che può essere diffuso in tutta Europa, è già stato testato sulle macchine inglesi. Si tratta di un esame importante soprattutto per chi deve tornare al lavoro, basti pensare ai dipendenti del sistema sanitario e a quelli che ricoprono ruoli chiave.

Gli studi sono stati condotti da Abbott, con base nel Regno Unito. Mike Clayton, amministratore delegato della divisione diagnostica del Nord Europa, ha dichiarato: «Abbott si è concentrato sul lancio dei test Covid-19 sul mercato il più rapidamente possibile per contribuire a far fronte a questa pandemia».

La produzione europea sta aumentando e c’è in programma di sviluppare un metodo di rilevamento anche sugli anticorpi IgM. Al momento potrebbero accedere al nuovo test sierologico le persone con più di 65 anni di età e le loro famiglie, così come le persone che hanno sintomi e che devono andare a lavorare.

I residenti e il personale delle case di cura, anche senza sintomatologia, potranno sottoporsi all’esame. Lo stesso vale per il personale sanitario e per i pazienti positivi al Coronavirus. La richiesta di kit per uso domestico ha superato l’offerta. Sono finiti due minuti dopo l’ avvio del servizio online.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, chi sono le persone più a rischio?