Coronavirus, primo caso positivo in Liguria: una donna di 72 anni

La donna è ricoverata all’ospedale di Albenga. Nuovi contagi in Veneto e un caso sospetto a Palermo.

Classificato come ‘sospetto’ il caso del marito della turista 66enne di Bergamo, risultata positiva a Palermo al Coronavirus. Sottoposto a tampone, infatti, l’uomo è risultato negativo a un primo esame ma positivo all’altro.

I campioni sono stati trasmessi all’Istituto Spallanzani di Roma per un esito definitivo. Lo hanno reso noto fonti del comune di Palermo.

Inoltre, sono in corso accertamenti su altri due casi sospetti nel capoluogo siciliano: componenti della comitiva di turisti bergamaschi che erano con la coppia, come confermato da fonti dell’assessorato regionale alla Sanità.

Primo caso anche in Liguria: «Riguarda una signora di 72 anni attualmente ricoverata al San Martino di Genova. È andata durante la notte all’ospedale di Albenga. È entrata in contatto con personale sanitario, l’Asl 2 sta contattando i professionisti» ed è al lavoro «per capire la catena dei contatti ed evidentemente prenderemo i provvedimenti su quella base». Così il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, in conferenza stampa a Genova.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, starnutisce al supermercato e scappa con la spesa.

In Veneto, poi, i casi di contagio sono aumentati a 42, come riportato dal governatore Luca Zaia: «A oggi – ha sottolineato – abbiamo tutti contagi secondari ma non c’è un contagio primario. A noi interessa trovare il paziente zero. Abbiamo capito che a Vo’ c’è un cluster importante perché comincia ad avere 28 casi. Ricordo che è un virus a bassa mortalità ma ad alto contagio. Ci si può contagiare velocemente ma spesso i contagiati non sviluppano sintomi».

La Regione ha precisato che «rispetto ai 38 casi segnalati stamani, sono quattro in più i pazienti segnalati presso il cluster di Mirano (Venezia). In questo ospedale vi è uno dei ricoverati, in Terapia intensiva, e altri tre operatori sanitari, che non sono ricoverati. Negli altri due cluster veneti, 28 sono i casi a Vo’ Euganeo, di cui 14 non ricoverati e 13 all’ospedale di Padova; all’ospedale di Venezia vi è un paziente non ricoverato e tre ricoverati. Infine, altri due pazienti sono ancora da associare a un cluster. Nessun caso di nuova positività riguarda l’ambito trevigiano; la persona segnalata oggi appartiene al cluster di Vo’ Euganeo».

LEGGI ANCHE: Gli sciacalli del Coronavirus, la truffa del tampone.